Closing Milan, ancora nessuna caparra. Scenari cupi per i rossoneri: salta la trattativa?

Posted on by Gioacchino Moncado

Closing Milan, salta la trattativa?

Tutto tace nella lontana Cina ed il closing Milan diventa sempre più un vero e proprio mistero. L’attesa caparra del gruppo cinese facente capo a SES, necessaria per posticipare il closing al 7 aprile dopo il nulla di fatto di inizio marzo, non è ancora arrivata nelle casse della Fininvest e nell’ambiente rossonero inizia a filtrare, come forse mai avvenuto fino ad ora, una certa preoccupazione per l’esito finale della trattativa. I cento milioni “promessi” da SES come sorta di garanzia per confermare l’intenzione della cordata cinese di acquisire il Milan non sono ancora arrivati con il termine di sette giorni dato da Fininvest che è ormai abbondantemente scaduto. Nei giorni scorsi le parti aveva “rassicurato” sul fatto che si era raggiunto l’accordo per giungere al closing Milan entro il 7 aprile, a patto dell’arrivo entro un lasso di tempo ragionevole della terza caparra milionaria dalla Cina. Un passaggio che ancora è stato adempiuto dalla Ses e che con ogni probabilità non avverrà neppure nella giornata di oggi. Nessuno conosce quali sono i problemi che stanno bloccando la transazione ma la preoccupazione che inizia a serpeggiare negli ambienti rossoneri e tra i tifosi del Milan è che il passaggio di proprietà alla fine potrebbe non avvenire. Ultimatum formali, infatti, non sarebbero stati fissati, ma se la società di Li Yonghong non riuscisse a completare questo pagamento entro la fine della settimana la trattativa salterebbe, secondo lo scenario considerato più probabile in questo momento.

Closing Milan, Berlusconi resta presidente ?- Negli ultimi giorni il presidente del Milan, Silvio Berlusconi, ma più in generale tutto l’ambiente rossonero, non ha espresso alcun tipo di valutazione o giudizio su quanto (non) sta avvenendo in tema di closing. La sensazione è che la trattativa possa realmente saltare anche se a tenere in piedi tutto il castello fino qui costruito dalle parti in causa è il fatto che Ses abbia comunque versato nelle casse della Fininvest oltre 200 milioni di euro, esponendosi quindi in una maniera molto importante. I prossimi giorni saranno decisivi per capire quale sarà il futuro del Milan che ad oggi sembra essere, ancora più di prima, nebuloso…

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •  
Tags: