Grenier-Paredes-El Shaarawy, Spalletti riscopre la panchina, il suo futuro resta incerto

Pubblicato il da Antonio Guarini
spalletti

Spalletti e una panchina della Roma forse sottovalutata

Dopo tre sconfitte consecutive Luciano Spalletti e la Roma tornano a sorridere, il 3-0 di Palermo rilancia i giallorossi in campionato e fa guardare con ottimismo al Lione. Al Renzo Barbera la Roma non ha offerto la migliore prestazione stagionale, ma l’importante erano i tre punti. Oltre al successo Spalletti può sorridere anche per la prestazione di alcuni singoli lasciati un po’ troppo in disparte fino ad ora. Finché ha retto il fiato Grenier ha giocato un’ottima partita, alla prima da titolare il francese ha ben impressionato. L’ex Lione ha ispirato il primo gol giallorosso firmato da El Shaarawy, asse vincente che stava per ripetersi anche nel secondo tempo. Spalletti a centrocampo può contare anche su Leandro Paredes, sempre positivo quando viene chiamato in causa. L’argentino cresce in personalità e carisma, cominciando ad essere qualcosa in più di una semplice alternativa a De Rossi e Strootman. In avanti è tornato al gol El Shaarawy, che schierato nel suo ruolo congeniale sulla fascia sinistra ha offerto una prestazione più che buona. Tre elementi che non sono esattamente dei titolari che ben hanno risposto alla chiamata di uno Spalletti molto autocritico a fine partita. ” In questa stagione ho cambiato poco e male, la colpa è mia, certo l’infortunio doppio di Florenzi ci ha molto condizionato”, parole sempre un po’ amare quelle del tecnico giallorosso, sempre più ombroso di questi tempi.

Spalletti, mercato e futuro, ecco le spine giallorosse

“Volevamo fare un certo tipo di mercato, quando sono arrivato ho trovato situazioni preimpostate che ho accettato di buon grado”, questo lo Spalletti pensiero del dopo Palermo-Roma. Il tecnico giallorosso lascia intendere che a gennaio si aspettava qualcosa di più, forse un vice-Dzeko. Non è un mistero che Spalletti avrebbe voluto Defrel a gennaio, ma le casse giallorosse non hanno potuto accontentare le esose richieste del Sassuolo. La conseguenza del mancato arrivo di Defrel è stato un sovrautilizzo di Dzeko, apparso in debito di ossigeno nelle ultime partite. E’ naturale essere stanchi a questo punto della stagione, ma dobbiamo continuare a lottare partita dopo partita”, questa l’ammissione del bomber bosniaco. Dzeko che contro il Palermo ha segnato il suo 30esimo gol stagionale,Ma ancora non è la mia miglior stagione, mancano 2 mesi per renderla fantastica”. Archiviato il successo di Palermo, in casa Roma si pensa già alla sfida di Europa League con il Lione:Sarebbe bellissimo avere 60mila spettatori all’Olimpico, cosa che non è mai successa quest’anno”, Spalletti chiama, la Curva Sud risponderà?

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •