Monaco, il ritorno degli enfant prodige

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui


Sulla Costa Azzurra, nel Principato di Monaco, qualcuno è tornato con la mente a vent’anni fa. I ragazzi prodigio di Jardim infatti sembrano somigliare tantissimo a quel Monaco che nell’annata di Champions League 1997-98 sfiorò la vittoria della coppa più ambita da tutti. Quell’anno sulla panchina dei monegaschi sedeva Jean Tigana, che l’anno prima vinse il sesto titolo in campionato per i biancorossi lanciando giovani interessanti come Thierry HenryDavid Trezeguet e il nigeriano Victor Ikpeba. Ma per la campagna europea serviva anche gente d’esperienza come Barthez in porta, Sagnol in difesa, Giuly Costinha a centrocampo. Quel giusto mix tra gioventù ed esperienza diede subito i suoi frutti e la cavalcata europea del Monaco terminò soltanto in semifinale.

DEJAVU – Le similitudini con quella cavalcata straordinaria sono davvero sorprendenti. Il Monaco vinse il Gruppo F davanti al Bayer Leverkusen, proprio come accaduto quest’anno. La squadra del Principato al primo turno eliminatorio pescò il Manchester United, mentre quest’anno dall’urna di Nyon è uscito il nome della seconda squadra della città degli Oasis, vale a dire il City di Guardiola. Curiosamente anche il Leverkusen pescò il Real Madrid, mentre quest’anno le aspirine hanno incontrato i cugini dell’Atletico.
E come allora a passare il turno sono stati i francesi: vent’anni fa risultò decisivo il gol fuori casa firmato da Trezeguet nell’1-1 di Old Trafford (l’andata al Parco dei Principi terminò 0-0). Purtroppo l’avventurà terminò in semifinale contro la Juventus, e non bastò il 3-2 del ritorno nel Principato dopo la batosta per 4-1 al Delle Alpi.
Questa settimana invece, dopo la rocambolesca sconfitta per 5-3 all’Etihad Stadium, è servita la nuova leva monegasca a ribaltare l’esito con un meritatissimo 3-1 firmato dal classe ’98 Mbappè, Fabinho Bakayoko.
Gli enfant prodige sono tornati, e chissà che questa volta non riescano a scrivere una storia diversa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: