3 Aprile 2016 – Un anno fa ci lasciava Cesare Maldini [VIDEO]

Pubblicato il autore: Adriana Zuccarini Segui

Resterà nella storia del calcio per i suoi successi con il Milan, con la Nazionale, ma Cesare Maldini è ricordato soprattutto per la sua grande umanità. Ci lasciò all’età di 84 anni, il 3 Aprile dello scorso anno.

Ex giocatore rossonero ed ex allenatore della Nazionale Italiana di Calcio, padre di Paolo, ex terzino del Milan. Cesare Maldini nacque a Trieste da una famiglia di origine Slovena, il cui cognome Mladić venne italianizzato in Maldini durante il periodo fascista.  Sposatosi il 26 giugno 1962 con Marisa (deceduta il 28 luglio 2016), la coppia ebbe sei figli, tre femmine e tre maschi, tra cui Paolo. Dopo aver esordito a 21 anni con la maglia della Triestina, è passato alla società rossonera e da difensore ha giocato fino al 1966. Tre anni prima, nel 1963, quando in panchina c’era Nereo Rocco, ha sollevato la Coppa dei Campioni. Il primo italiano a farlo, dopo una partita disputata nello stadio di Wembley grazie ad una vittoria contro il Benfica di Eusebio. Con il Milan ha vinto anche quattro scudetti.

Disputò 14 partite nella Nazionale Italiana, con cui esordì il 6 gennaio 1960 nella sfida di Coppa Internazionale contro la Svizzera (3-0). Prese poi parte al Campionato del Mondo 1962 in Cile, scendendo in campo in due occasioni. Dal 1967, conclusa la carriera da calciatore, diventa allenatore: prima del Milan, per tre stagioni, come vice di Nereo Rocco, poi del Foggia, della Ternana e del Parma, che Maldini porterà dalla C1 alla serie B.
Dal 1980 al 19 Giugno 1986 è l’allenatore in seconda della Nazionale Azzurra di Enzo Bearzot, Campione del Mondo 1982. Divenne poi, dal 1986 al 1996, allenatore dell’Under-21, con la quale, per bene tre edizioni consecutive, diventa Campione Europeo. Nel dicembre del 1996 diventa CT della Nazionale fino all’eliminazione subita dalla Francia ai calci di rigore a Francia 1998 , che diverrà poi campione del Mondo battendo in finale il Brasile.

potrebbe interessarti ancheBufera social, scoppia l’hashtag #juveout

Cesare Maldini scomparve la notte tra il 2 e il 3 Aprile 2016 nella sua casa a Milano, all’età di 84 anni; il giorno stesso, in suo ricordo, venne osservato un minuto di silenzio su tutti i campi della Serie A, mentre il Milan giocò la trasferta di Bergamo contro l’Atalanta, con il lutto al braccio. Il 27 Maggio dello scorso anno, un parco nei pressi dello Stadio Giuseppe Meazza di Milano è stato intitolato alla memoria di Maldini e Giacinto Facchetti, calciatore e dirigente sportivo italiano, soprannominato Cipe, che legò il suo nome a quello dell’Inter, della quale fu giocatore dal 1960 al 1978 e presidente dal gennaio 2004 al settembre 2006. Con la maglia neroazzurra ha conquistato nove trofei, vincendo sia a livello nazionale con quattro campionati e una Coppa Italia, che internazionale con due coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali. Sotto la sua presidenza, l’inter ha vinto un capionato, due Coppe Italia e due Supercoppe Italiane.

Nel 2012 Cesare Maldini ricoprì il ruolo di opinionista sportivo per BeIN Sports assieme ad Alessandro Altobelli, ex calciatore e dirigente sportivo italiano, campione del Mondo con la Nazionale Italiana. Ha legato il nome all’Inter, dove ha militato dal 1977 al 1988.

potrebbe interessarti ancheArsenal, aria di divorzio con Ozil: il tedesco è stato proposto al Milan

Cesare Maldini resterà fino alla fine uno dei personaggi più amati nel mondo del calcio.

notizie sul temaGattuso e Romagnoli, infuriati per gli errori del VarIl ballo delle punte: Piatek erede di Higuain, che spinge Morata all’AtleticoJuventus-Milan 1-0 (Video Gol Supercoppa Italiana): Ronaldo decide la finale, bianconeri campioni per l’ottava volta
  •   
  •  
  •  
  •