Speciale SN: se Conte vince la Premier ha il 41% di possibilità di vincere anche la Champions!

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri

Conte premier Champions
Dopo un inizio di stagione travagliato che ha fatto temere il peggio, Antonio Conte ha trovato la quadratura giusta per il suo Chelsea, e adesso ha praticamente ipotecato la sua prima vittoria in carriera in Premier League. La redazione di SuperNews guarda avanti e cerca di capire, in base a una raccolta di dati specifica, quale potrebbe essere il destino dell’ex tecnico della Nazionale italiana una volta vinto il titolo inglese. Sono stati presi in esame i risultati ottenuti negli ultimi dieci anni dagli allenatori nella stagione successiva a quella che li ha visti laurearsi campioni d’Inghilterra. Lo studio, poi, è stato allargato anche agli altri quattro principali campionati europei (Serie A, Liga, Ligue 1 e Bundesliga) così da avere una panoramica completa anche a livello europeo, soprattutto qualora Conte dovesse decidere di cambiare aria e lasciare la Premier League.
Nel momento in cui il tecnico italiano scegliesse di rimanere ancora seduto sulla panchina del Chelsea allora, oltre al campionato, l’obiettivo sarebbe senza alcun dubbio quello di vincere la Champions League, competizione che si è rivelata fino ad oggi autentico tabù per l’allenatore pugliese. SuperNews, a riguardo, ha studiato le casistiche in cui un allenatore campione nel proprio campionato riesca l’anno successivo a vincere anche la Champions League. I numeri sono dalla parte di Conte, che vede però azzerarsi le chance di un eventuale bis nella Coppa dei Campioni.
Ma andiamo a vedere, in ordine, i dati di questo speciale di Supernews, partendo proprio dalle possibilità che ha Conte di riconfermarsi campione in Premier League anche nella stagione 2017-2018.

Soltanto 1 allenatore su 5  si conferma campione in Premier

Se la storia di quanto fatto dai suoi predecessori dovesse ripetersi, le possibilità che Conte riesca a confermarsi campione d’Inghilterra anche nella stagione 2017/2018 sono piuttosto basse, fermandosi soltanto al 20%. Una percentuale conquistata per intero da Sir Alex Ferguson che, con il suo Manchester United, si aggiudicò tre campionati di fila, dal 2006-2007 al 2008-2009 compreso. Nel 60% dei casi gli allenatori campioni hanno solo sfiorato la conferma, fermandosi alla conquista del secondo posto. In due occasioni, poi, un allenatore è stato esonerato dopo essersi aggiudicato il campionato l’anno prima, e ci riferiamo alla vicenda di Claudio Ranieri con il Leicester e a Josè Mourinho, cacciato via dal Chelsea il 17 dicembre 2016. Una volta soltanto, invece, la squadra campione d’Inghilterra l’anno dopo ha perso il suo allenatore perché ritiratosi dall’attività agonistica, ed è il caso del Manchester United di Ferguson.

ANNOALL. CAMPIONE USCENTESQUADRASTATO
2005-2006Josè MourinhoChelseavincitore
2006-2007Josè MourinhoChelsea2° classificato
2007-2008Alex FergusonManchester Unitedvincitore
2008-2009Alex FergusonManchester Unitedvincitore
2009-2010Alex FergusonManchester United2° classificato
2010-2011AncelottiChelsea2° classificato
2011-2012FergusonManchester United2° classificato
2012-2013ManciniManchester City2° classificato
2013-2014FergusonManchester Unitedritirato a fine 2013
2014-2015PellegriniManchester City2° classificato
2015-2016MourinhoChelseaesonerato 17 dicembre 2016
2016-2017RanieriLeicesteresonerato 23 febbraio 2017

Chi vince il campionato nel 41,67% dei casi trionfa anche in Champions

Oltre al campionato, però, c’è la questione Champions da affrontare per il mister del Chelsea. Una Coppa ancora indigesta per Conte, che non è mai riuscito ad andare oltre i quarti di finale. Secondo il nostro studio, che prende in esame le ultime dodici edizioni, il tecnico leccese ha buone possibilità di riuscire ad alzare la coppa al cielo nel 2017-2018 in quanto, nel 41,67% dei casi, uno degli allenatori che ha vinto il proprio campionato è riuscito poi a confermarsi anche in Champions League l’anno successivo. Tra gli allenatori che hanno raggiunto questo traguardo troviamo Rijkaard, Ferguson, Mourinho con l’Inter, Guardiola e Ancelotti.

ANNONOME ALLENATORESQUADRASTATO
2005-2006RijkaardBarcellona1° liga 2004-2005 poi vincitore champions 2005-2006
2006-2007AncelottiMilan3° serie a 2005-2006 poi vincitore champions 2006-2007
2007-2008FergusonManchester United1° premier 2006-2007 poi vincitore champions 2007-2008
2008-2009GuardiolaBarcellonal'anno prima non c'era, 2008-2009 fa triplete
2009-2010MourinhoInter1° posto 2008-2009 poi vincitore champions 2009-2010
2010-2011GuardiolaBarcellona1° posto 2009-2010 poi vincitore champions 2010-2011
2011-2012Villas BoasPorto - Chelsea1° posto campionato e EL 2010-2011 col Porto, VB esonerato 4 marzo 2012
2011-2012Di MatteoChelsea6° posto premier 2011-2012 poi vincitore champions 2011-2012
2012-2013HeynckesBayern Monaco2° posto bundesliga 2011-2012 poi vincitore champions 2012-2013
2013-2014AncelottiReal Madrid1° posto in ligue 1 con psg 2012-2013 poi vincitore champions 2013-2014
2014-2015Luis EnriqueBarcellona9° posto in liga con celta 2013-2014 poi vincitore champions 2014-2015
2015-2016ZidaneReal Madrid6° posto con real madrid b 2014-2015 poi vincitore champions 2015-2016
2016-2017 - - -

Negli ultimi dieci anni, nessun allenatore è riuscito nell’impresa di vincere la Champions per due volte di fila

L’alta percentuale di vincere la Champions per Conte si azzera totalmente quando si parla della eventuale possibilità che l’allenatore salentino riesca nell’impresa di vincere per ben due volte consecutive la Champions. Questo perché, almeno negli ultimi dieci anni, mai nessuno è stato in grado di riconfermarsi l’anno successivo. Potrebbe riuscirci Zinedine Zidane, campione lo scorso anno e qualificato ai quarti di finale in questa edizione. Curioso il dato secondo cui, nel 40% dei casi, chi ha vinto la Champions si sia poi fermato in semifinale nell’edizione successiva. Guardando oltre notiamo come il 20% sia stato eliminato agli ottavi, mentre soltanto un tecnico su dieci è riuscito a replicare la finale nella stagione successiva. Presenti anche situazioni in cui l’allenatore campione uscente nell’annata seguente abbia fermato la sua corsa ai quarti di finale, si sia ritirato e sia stato esonerato. Ecco, di seguito, la tabella dei risultati ottenuti dai tecnici campioni d’Europa nella loro stagione successiva in Champions che conferma quanto appena detto.

ANNOALL. CAMPIONE USCENTESQUADRASTATO
2006-2007RijkaardBarcellonaeliminato agli ottavi
2007-2008AncelottiMilaneliminato agli ottavi
2008-2009FergusonManchester United1° classificato in Premier/finalista in Champions
2009-2010GuardiolaBarcellonaeliminato in semifinale
2010-2011MourinhoReal Madridelimiinato in semifinale
2011-2012GuardiolaBarcellonaeliminato in semifinale
2012-2013Villas-Boas/Di MatteoChelseaEsonerato 21 novembre 2012 dopo 3-0 da Juve
2013-2014HeynckesBayern Monacoritiro
2014-2015AncelottiReal Madrideliminato semifinale Champions
2015-2016Luis EnriqueBarcellona1°classificato Liga, eliminato ai quarti di Champions
2016-2017ZidaneReal Madridqualificato ai quarti

Confermarsi in campionato è più semplice

Come detto nel prologo dell’articolo, lo studio di Supernews non si è fermato soltanto all’Inghilterra e alla situazione Champions, ma si è allargato anche agli altri quattro campionati più importanti del Continente europeo, cosi da capire se, a differenza del paese dei   ‘Tre Leoni’, la percentuale degli allenatori capaci di confermarsi campioni nazionali anche l’anno successivo riesca a incrementare o meno.

Iniziamo la disamina dalla nostra Serie A, di sicuro il campionato meno equilibrato a livello europeo degli ultimi dieci anni. In questo caso la risposta è ovviamente affermativa, e lo dimostra il 70% di casi in cui l’allenatore vincitore dello scudetto riesce poi a riconfermarsi l’anno successivo. Merito dei domini dell’Inter targata Mancini-Mourinho prima, e della Juventus della coppia Conte-Allegri poi. In due casi su dieci si è assistito a un cambio panchina, nel 10% un tecnico è poi riuscito a qualificarsi in Champions e nella stessa percentuale l’allenatore è stato esonerato l’anno dopo aver vinto il campionato.

ANNOALL. CAMPIONE USCENTESQUADRASTATO
2005-2006Mancinivincitore
2006-2007ManciniIntervincitore
2007-2008ManciniIntervincitore, esonerato a fine anno
2008-2009MourinhoIntervincitore
2009-2010MourinhoIntervincitore poi va al Real Madrid
2010-2011AllegriMilanvincitore
2011-2012AllegriMilan2° classificato
2012-2013ConteJuventusvincitore
2013-2014ConteJuventusvincitore, poi va all'italia
2014-2015AllegriJuventusvincitore
2015-2016AllegriJuventusvincitore
2016-2017AllegriJuventusattualmente 1°

Passando alla Liga, ci accorgiamo che anche in Spagna, cosi come in Inghilterra, la tendenza degli allenatori campioni in carica è quella di classificarsi secondi in classifica (in un caso anche terzi) l’anno seguente, almeno per la metà dei casi (50%). ‘Soltanto’ nel 30% delle volte, un tecnico campione è riuscito a confermarsi anche l’anno successivo, ma questa percentuale può crescere qualora Luis Enrique quest’anno vinca nuovamente la Liga bissando il trionfo della scorsa annata. La restante percentuale, il 20%, è stata invece esonerata.

ANNOALL. CAMPIONE USCENTESQUADRASTATO
2005-2006RijkaardBarcellonavincitore
2006-2007RijkaardBarcellona2° classificato
2007-2008CapelloReal Madridesonerato 26 giugno 2007
2008-2009SchusterReal Madridesonerato 9 dicembre 2008
2009-2010GuardiolaBarcellonavincitore
2010-2011GuardiolaBarcellonavincitore
2011-2012GuardiolaBarcellona2° classificato
2012-2013MourinhoReal Madrid2° classificato
2013-2014VilanovaBarcellona2° classificato
2014-2015SimeoneAtletico Madrid3° classificato
2015-2016L.EnriqueBarcellonavincitore
2016-2017L.EnriqueBarcellonalascia la squadra estate 2017

Analizzando la Bundesliga, ci si accorge che in Germania il torneo è stato un po’ più equilibrato negli ultimi due lustri rispetto a quello degli altri paesi visti finora. La notizia che bisogna evidenziare è che la percentuale più alta riguarda il caso in cui l’allenatore riesce a confermarsi campione anche l’anno dopo aver vinto per la prima volta, situazione accaduta tre volte su dieci: merito di Pep Guardiola che è riuscito a confermarsi in ben due occasioni con il Bayern Monaco. A pari merito, con il 20% dei casi, tre situazioni differenti: gli allenatori che hanno chiuso la stagione al secondo posto (Hitzfield nel 2008-2009 e Klopp nel 2012-2013), gli esonerati (Magath il 31 gennaio 2007 e Van Gaal il 10 aprile 2011) e i cambi squadra (lo stesso Magath nell’estate del 2009 quando lasciò il Wolfsburg da campione per approdare allo Schalke 04, e Guardiola, anch’esso trasferitosi dal Bayern vincitore al Manchester City). In un solo caso l’allenatore si è ritirato o ha centrato la qualificazione in Europa League

ANNOALL .CAMPIONE USCENTESQUADRARISULTATO
2005-2006MagathBayern Monacovincitore
2006-2007MagathBayern Monacoesonerato 31 gennaio 2007
2007-2008VehStoccarda6° classificato
2008-2009HitzfeldBayern Monaco2° classificato
2009-2010MagathSchalke 04va allo Schalke nel 2009
2010-2011Van GaalBayern Monacoesonerato 10 aprile 2011
2011-2012KloppBorussia D.vincitore
2012-2013KloppBorussia D.2° classificato
2013-2014HeynckesRitiroRitirato dopo triplete
2014-2015GuardiolaBayern Monacovincitore
2015-2016GuardiolaBayern Monacovincitore
2016-2017GuardiolaManchester Cityva al Manchester City estate 2016

Chiudiamo la nostra analisi con il campionato francese. Anche la Ligue 1, cosi come Serie A e Bundesliga, conferma come negli ultimi dieci anni un allenatore che ha vinto l’anno precedente è riuscito a festeggiare nuovamente il titolo nella stagione successiva. E’ successo nel 40% delle volte con le vittorie di Gerard Houllier, alla guida del Lione tra il 2005 e il 2008, e Laurent Blanc, da tecnico del Psg, campione dal 2013 al 2016 compreso. In ben tre occasioni, il tecnico vincente ha poi cambiato squadra, mentre in due casi su dieci è riuscito a ‘salvare’ la stagione conquistando la qualificazione in Champions o Europa League. Un solo caso di ritiro, quello di Houllier dal Lione alla fine dell’annata 2007-2008.

ANNOALL.CAMPIONE USCENTESQUADRASTATO
2005-2006G. HoullierO. Lionevincitore
2006-2007G. HoullierO. Lionevincitore
2007-2008G. HoullierO. Lionevincitore, contratto non rinnovato
2008-2009G. Houlliersenza squadrasenza squadra
2009-2010BlancBordeaux6° classificato, diventa poi allenatore Nazionale francese
2010-2011Didier DeschampsO. Marsiglia2° classificato
2011-2012Rudi GarciaLilla3° classificato
2012-2013Renè GirardMontpellier9° classificato
2013-2014AncelottiPSGva al Real Madrid nell'estate 2013
2014-2015BlancPSGvincitore
2015-2016BlancPSGvincitore
2016-2017BlancPSGdiventa allenatore della Nazionale
  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •