FOCUS – Inter tra Sabatini e Ausilio, alla ricerca della chiarezza

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui
Inter Sabatini Ausilio

Inter, tra Sabatini e Ausilio: Suning deve fare chiarezza

Quando a pochi giorni dall’inizio del campionato, le strade di Roberto Mancini e dell’Inter si sono separate, si è subito capito come la stagione del club di Corso Vittorio Emanuele fosse destinata a tramutarsi in un fallimento.
A rendere questa sensazione quasi una certezza, ci hanno pensato i vertici nerazzurri che in un momento di grande difficoltà, con l’inizio della stagione alle porte, hanno deciso di affidare la panchina dell’Inter a Frank de Boer: un allenatore straniero in un campionato che non conosceva, con una cultura calcistica assolutamente distante da quella italiana. Insomma, la strada intrapresa era quella di un suicidio annunciato e infatti tutto è andato come ci si aspettava che andasse.
A quel punto si è scelto di salvare il salvabile, affidandosi ad un allenatore italiano come Stefano Pioli, nella speranza di ridare un senso ad una stagione che a novembre sembrava già compromessa. E in effetti per qualche mese, la stagione dei nerazzurri pareva essersi quantomeno raddrizzata, con il terzo posto che era tornato a distanza ragionevole. Poi è arrivato il pareggio di Torino contro la squadra di Mihajlovic, la sosta per le nazionali, e dal mese di aprile la luce si è completamente spenta. Nelle ultime 6 partite l’Inter ha conquistato un solo punto: un vero e proprio crollo, con prestazioni davvero imbarazzanti. Di fronte ad uno scenario simile, la società ha deciso di staccare la spina e di esonerare Pioli, affidando la squadra a Vecchi per le ultime tre giornate di campionato.

potrebbe interessarti ancheInter, Wanda Nara insulta Adani dopo la sconfitta con il Napoli

“La società ha deciso di staccare la spina” ecco, ma chi rappresenta la società oggi all’Inter? Chi prende le decisioni definitive? La verità è che manca chiarezza, con tutti che possono dire la loro, ma nessuno (o quasi) che può prendere decisioni in piena autonomia.
Per fare un pò di ordine nel confuso mondo dell’Inter – o almeno queste erano le intenzioni – Suning ha deciso di assumere Walter Sabatini, affidando all’ex dirigente di Lazio e Roma il ruolo di responsabile dell’intera area sportiva del colosso cinese.
Questa decisione però, sembra scontrarsi in maniera evidente con il rinnovo di Piero Ausilio, ufficializzato poche settimane fa. Non è ancora chiaro come Suning intenda far coesistere l’attuale direttore dell’area tecnica nerazzurra e Sabatini: in linea teorica infatti, dovrebbe essere proprio quest’ultimo ad avere l’ultima parola su ogni decisione dell’Inter. Tutto ciò però renderebbe quasi superflua la presenza di Ausilio, o almeno la sua figura verrebbe ulteriormente ridimensionata.
In casa nerazzurra dunque, sarà necessario fare chiarezza su ruoli e competenze, in modo da evitare che il club di Corso Vittorio Emanuele si trasformi nel Partito Democratico del calcio italiano, con correnti che continuano a remare in direzioni opposte, senza avere bene in mente quello che è il fine ultimo: vale a dire il bene dell’Inter.
Mancano solo tre giornate al termine della stagione e poi la Via Crucis nerazzurra sarà terminata e si ripartirà dall’ennesimo anno zero: la speranza è che nel giro di poche settimane Suning faccia chiarezza nel mondo interista, chiudendo nel più breve tempo possibile anche la questione legata al prossimo allenatore.
Dopo tantissime voci, mille nomi, trattative più o meno fantasiose, sta per arrivare il momento di fare sul serio anche sul fronte del calciomercato e per riuscire a programmare al meglio la prossima stagione, servirà avere unità di intenti, con obiettivi comuni da perseguire. I tifosi interisti aspettano con impazienza, ormai da anni, ma non hanno mai fatto mancare la loro passione: si cerchi di rispettare questo atto di fede e di dare risposte concrete e veloci a tutti i sostenitori della Beneamata nel più breve tempo possibile. E’ arrivato il momento che l’Inter torni a fare l’Inter, senza doversi ritrovare il prossimo anno a dover scrivere per l’ennesima volta di un nuovo anno zero da inseguire. Ormai gli anni zero sono diventati tanti, decisamente troppi…

notizie sul temaNapoli-Inter streaming gratis e diretta tv Serie A, dove vedere il match oggi dalle 20.30Inter, Marotta conferma Spalletti:”Le voci su Conte infastidiscono”Allegri tra passato, presente e futuro: una notizia che non può lasciare niente invariato
  •   
  •  
  •  
  •