Verona che fatica, ma a Cesena festeggia una città intera (FOTORACCONTO)

Pubblicato il autore: Francesco Passarelli Segui


Termina con uno 0-0 la sfida dell’ultimo turno di Serie B tra Cesena e Verona. Gli scaligeri grazie al punto conquistato ritornano in Serie A dopo un anno di permanenza tra i cadetti.
Nel primo tempo è il Verona a cercare costantemente la via del gol, con numerose occasioni; la più clamorosa avviene al minuto 21, quando Pazzini apre per Souprayen, il quale spara alto a distanza ravvicinata. Lo stesso attaccante gialloblu tenta la via del gol in varie fasi del primo tempo, senza impensierire il portiere cesenate Bardini.

Per il Cesena nel primo tempo c’è da segnalare l’occasione avuta da Garritano al minuto 24, quando, complice l’errore della difesa veronese, effettua un tiro che termina a lato di pochi centimetri.
Nella ripresa è il Verona che sfiora subito la rete dell’1-0 con Romulo, che a tu per tu con Bardini non riesce ad insaccare. Dopo una fase di stallo nella parte centrale della ripresa, con qualche timido attacco di Pazzini, al minuto 72 i circa 4500 tifosi veronesi sudano freddo per la rete annullata per fuorigioco al Cesena, dopo che l’attaccante bianconero Rodriguez (scattato al di lò della difesa veronesa) era riuscito ad insaccare.
Nel finale il Cesena tenta nuovamente la via del gol con due tentativi di Akmmadu e Crimi, ma la difesa veneta regge in pieno.

Ultimi minuti di possesso palla nell’attesa del fischio finale che avviene alle 22:26, il momento esatto in cui parte la festa del Verona, con i giocatori che si portano sotto il settore dei propri (numerosi) tifosi.

TABELLINO (CESENA-HELLAS VERONA 0-0)

CESENA (3-5-2): Bardini; Donkor, Ligi, Rigione; Setola (63′ Kone), Garritano, Laribi (56′ Schiavone), Crimi, Falasco; Rodriguez (77′ Akmmadu), Ciano. A disposizione: Agazzi, Gasperi, Balzano, Capelli, Renzetti, Cavallari. All.: Camplone.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Ferrari A., Souprayen; Fossati, Zuculini B., Bessa (87′ Luppi); Siligardi (62′ Valoti), Pazzini, Romulo (79′ Troianiello). A disposizione: Coppola, Ganz, Zaccagni, Fares, Cappelluzzo, Caracciolo. All.: Pecchia.

Arbitro: sig. Federico La Penna (sez. Aia Roma 1).

Assistenti: sigg. Luigi Rossi (sez. Aia Rovigo) e Manuel Robilotta (sez. Aia Sala Consilina).

NOTE: Angoli 5-3 per il Verona, recuperi 1′ pt, 4′ st.
SPETTATORI: paganti 6932 (4118 di curva ospiti), abbonati 10116.

CLASSIFICA FINALE DEL CAMPIONATO DI SERIE B 2016-2017

Spal 78 punti, Hellas Verona 74, Frosinone 74, Perugia 65, Benevento 65, Cittadella 63, Carpi 62, Spezia, 60, Novara 56, Entella 54, Salernitana 54, Cesena 53, Bari 53, Brescia 50, Ascoli 49, Pro Vercelli 49, Ternana 49, Avellino 49, Trapani 44, Vicenza 41, Pisa 35, Latina 32.

VERDETTI:

Spal ed Hellas Verona: promosse in serie A .

Frosinone e Perugia: qualificate alle semifinali playoff.

Benevento, Cittadella, Carpi e Spezia: qualificate al primo turno di playoff, gli abbimanenti sono Benevento-Spezia (vinc. Perugia), e Cittadella-Carpi (vinc.Frosinone).

Trapani, Vicenza, Pisa e Latina: retrocesse in serie C.

  •   
  •  
  •  
  •