Gagliardini: “Chiedo scusa per il mio imperdonabile errore”

Pubblicato il autore: Francesco Ippolito Segui

Roberto Gagliardini scrive un messaggio di scuse per il cartellino rosso ricevuto contro la Spagna

Gagliardini: “Chiedo scusa per il mio errore. Orgoglioso di essere italiano”

Con un lungo post su Facebook Roberto Gagliardini chiede scusa a tutti gli italiani (tifosi e non) che hanno seguito la nazionale dell’Italia agli Europei Under 21. “È difficile trovare le parole giuste, le ho pensate a lungo, probabilmente non esistono, allora ho scelto le più sincere possibili” – dice il centrocampista dell’Inter – “Chiedo scusa, anche se non può bastare a giustificare 2 anni di duro lavoro, di sacrifici da parte di tutti coloro che ci hanno accompagnato in questa esperienza unica. Chiedo scusa per il mio imperdonabile errore, che mi ha costretto a vedere i miei compagni lottare fino all’ultimo secondo in inferiorità numerica, è stato straziante, frustrante. Purtroppo il calcio è anche questo“. Non è però un post di perdono, infatti “dopo le scuse, restano i grazie“, continua Gagliardini. E ancora: “Grazie a tutti coloro che hanno reso questo Europeo unico, grazie ai magazzinieri, allo staff medico, grazie al Mister e allo Staff tecnico. Grazie a chi ha tifato per noi. Sono orgoglioso di aver fatto parte di questa squadra, e sono semplicemente orgoglioso di essere ITALIANO“.

Gagliardini all’inizio del post fa riferimento al fallo di frustrazione commesso nella semifinale di due giorni fa contro la Spagna, che gli è costato un cartellino rosso (frutto di due ammonizioni in otto minuti) ed ha lasciato gli azzurrini in inferiorità numerica dal 58′. L’espulsione è stata un vero peccato perché le sue prestazioni nel campionato europeo non sono state niente male: purtroppo il giovane centrocampista bergamasco si è lasciato andare dopo essere rimasto praticamente solo a centrocampo, senza nessun supporto tattico. Eppure dopo il rosso, nonostante la nazionale italiana giocasse in 10 contro 11, era riuscita ad avere un sussulto d’orgoglio con Federico Bernardeschi: l’attaccante della Fiorentina era riuscito a pareggiare i conti contro le furie rosse. Ma Saul Niguez è stato più forte di tutti: una sua tripletta ha spedito la Spagna direttamente in finale, dove cercherà di raggiungere proprio l’Italia, in testa all’albo d’oro del torneo con ben cinque edizioni vinte.

Il Messaggero: “Gagliardini smarrito, si è allontanato da Di Biagio”

L’espulsione di Gagliardini ha definitivamente segnato la sua esperienza. Infatti secondo Il Messaggero otto minuti di follia possono cancellare tutto quello fatto di buono nelle partite precedenti: “Rimandato Donnarumma” – scrive il quotidiano romano – “non si può non riservare lo stesso privilegio a Roberto Gagliardini. In Polonia si è allontanato dall’andare tattico di Di Biagio e si è perso lungo misteriosi viottoli che evidentemente avvistava soltanto lui. Smarrito nelle nebbie, infatti. Come pure l’attaccante dell’Atalanta, Andrea Petagna. Adorabile la sua dedizione, drammatica la resa“.

Gagliardini si taglia le vacanze per andare subito in ritiro con l’Inter

Gagliardini sarà comunque agli ordini del nuovo allenatore dell’Inter Luciano Spalletti già da lunedì 10 luglio, quando il ritiro di Riscone di Brunico sarà cominciato da soli quattro giorni. Infatti il centrocampista ha deciso di avere soltanto dieci giorni di vacanze (in realtà lo aveva già deciso prima dell’eliminazione dall’Europeo Under 21). Con Gagliardini si rivedranno in nerazzurro i “nazionali” Nagatomo, D’Ambrosio, Joao Mario, Perisic, Brozovic, Candreva, Eder e Icardi. Tutti gli altri cominceranno la stagione 2017-2018 il 6 luglio.

  •   
  •  
  •  
  •