Sassuolo, Sensi si racconta alla Gazzetta: “Rimango qui per crescere ancora”

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui



Finito il campionato, è tempo di rilassarsi per i giocatori della Serie A. C’è chi si è sposato come il “Gallo” Belotti, chi è dovuto andare in Polonia per l’ Europeo Under 21 o chi ha preferito prendersi le vacanze in Italia.

E proprio in Italia, per la precisione in Campania, a Sorrento, è andato in vacanza il centrocampista del Sassuolo Stefano Sensi (sedici presenze e due golinsieme alla sua fidanzata, la modella Giulia Amodio. Qui, è stato raggiunto, dal giornalista della Gazzetta dello Sport che lo ha intervistato. Tanti i temi affrontati dal ragazzo: dalla sua ultima stagione con la maglia neroverde passando per l’Europeo in Polonia e toccando, infine, l’argomento a lui più a cuore, il suo allenatore Eusebio Di Francesco. Una lunga intervista, che noi di SuperNews vi abbiamo riassunto così.Queste le parole dell’ intervista al centrocampista del Sassuolo Stefano Sensi:

Le è toccato mordere tante caviglie, perché Di Francesco le chiedeva tanta aggressività
“Mi chiedeva di mordere, di pressare alto, ma anche di costruire. Ma alla fine alle caviglie i problemi li ho avuti io, che con gli infortuni ho dovuto fare i conti.”

Come è stato il suo primo vero anno in Serie A?
“Direi che è stato l’anno della crescita. Penso di essere migliorato, di aver imparato tante cose, e ho anche segnato in Serie A. Il prossimo deve essere il campionato della consacrazione. Questo è quel che mi aspetto dalla prossima stagione.”

Rimarrà al Sassuolo?
“Ho firmato un contratto fino al 2021 con il Sassuolo e spero tanto di restarci perché da noi fanno crescere i giovani passo dopo passo.”

In panchina arriva Christian Bucchi. Lo conosce?
“No, ma ne ho sentito parlare molto bene, penso si sia andati a cercare la continuità dopo Di Francesco anche per ciò che riguarda l’aspetto umano, il rapporto con i giocatori, e mi dicono che Bucchi da questo punto di vista ha la sensibilità giusta. A livello umano si avvicina molto al nostro ex allenatore e questo mi sembra già un ottimo punto di partenza.”

Merita la Roma Di Francesco?
“Gli auguro il meglio. Lo merita assolutamente. E’ un grande allenatore che sa costruire. Roma non è una piazza tranquilla e semplice, ma io credo che alla fine il nostro ex tecnico riuscirà a far trionfare le sue idee e a dare il meglio di sè.”

Passiamo al calciomercato. Tante le pedine che rischiate di perdere, da Berardi a Defrel. Quale cessione può essere la più dolorosa?
“Non si può dire che una cessione sia più dolorosa di un altra, ma tutte possono esserlo perché parliamo di grandi giocatori. Ma sicuramente, nel caso, arriveranno altri buoni giocatori pronti a sostituirli.”

Ultimo capitolo. L’ Under 21 gioca l’Europeo di categoria e parte con grandi aspettative e ambizioni. Gioca per vincere, ma tu non ci sei…
“Un pochino mi dispiace – continua Stefano Sensi – anche perchè il treno lo perdo, non essendo più in età. Ho sempre sperato di poterci arrivare, però non è successo. Pazienza. Ma giuro che tiferò da casa. E sono sincero.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: