Inter, Spalletti e il “problema” Icardi. Jovetic e Perisic verso la conferma

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
spalletti

Spalletti e il “problema” Icardi

Inter, Spalletti ha già convinto tutto. Prima della partenza per la Cina i nerazzurri erano avvolti da tanti dubbi, tra il mercato a rilento e la sconfitta con il Norimberga. La trasferta in Oriente invece ha restituito il sorriso a tutto l’ambiente nerazzurro. Quattro partite, contro Schalke 04, Lione, Bayern e Chelsea: tre vittorie e un pareggio, 6 gol fatti e 2 subiti. Un bilancio più che soddisfacente e uno Spalletti visibilmente soddisfatto dopo il successo contro il Chelsea di Conte.”Stiamo diventando sempre più squadra”, poche parole per esprimere un concetto semplice ma fondamentale. Non bastano gli innesti di Skriniar e Borja Valero a spiegare la metamorfosi interista rispetto all’estate dell’anno scorso. Oggi c’è un timoniere con pieni poteri e piena fiducia di Suning, a differenza di quanto accadeva lo scorso anno con Mancini. Il tecnico nerazzurro sta puntando su idee semplici: grande attenzione in fase difensiva, centrocampo aggressivo e attacco cinico. Non tutti i problemi dell’Inter sono risolti, ma il lavoro di Spalletti è ben visibile.

Ci sono ancora dei nodi da sciogliere come quello relativo ai nuovi acquisti. Spalletti aspetta Vecino e Dalbert, per avere una rosa più completa e competitiva. Una volta arrivati i due rinforzi per centrocampo e difesa si dovrà capire il destino di Jovetic e Perisic. Da quest’ultimo dipende gran parte del futuro prossimo dell’Inter. Il Manchester United non ha ancora perso le sperane e di vestire il croato di rosso. Il tempo stringe però, più passano i giorni e più aumentano le chance di una permanenza in nerazzurro dell’ex Wolfsburg. Discorso diverso per Jovetic, Spalletti sembra voler puntare sul montenegrino. Jo-Jo però deve avere la forza, soprattutto mentale di giocarsi il posto con gli altri attaccanti dell’Inter.“E’ aumentata la voglia di Inter”, così Spalletti prima del rientro in Italia, sarà così anche i due slavi?

Inter, Icardi può diventare un problema per Spalletti?

L’Inter rinfrancata dalla tourneè cinese mantiene ancora un grosso punto interrogativo su Mauro Icardi. Il capitano nerazzurro non ha ancora giocato un minuto in questo precampionato. L’argentino soffre per un problema muscolare, accusato con la nazionale lo scorso giugno. Spalletti è stato già piuttosto chiaro su Icardi:”Come attaccante non si discute, ma voglio vederlo nel contesto della squadra”. Parole che suonano come un avvertimento all’ex canterano del Barcellona. Spalletti in carriera ha più volte fatto vedere di saper giocare anche senza un centravanti puro, vedi Totti alla Roma. Sia Jovetic che Eder, si sono giovati del gioco interista che prevede tanto movimento e scambi di posizione in attacco. I due dovrebbero restare nerazzurri anche dopo il 31 agosto, dando molte alternative a Spalletti.

Icardi guarisca in fretta dunque, perché Spalletti non guarderà in faccia a nessuno nel nuovo corso dell’Inter. D’altronde uno che non ci ha pensato un attimo a mettersi contro un totem come Francesco Totti a Roma, non avrà problemi a far assaggiare un po’ di panchina a Icardi. Capitano avvisato, mezzo salvato.

  •   
  •  
  •  
  •