Mondiale rugby donne, le 28 azzurre in Irlanda per la Women’s World Cup

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui

Le 28 azzurre dell’Italdonne al Mondiale rugby donne (fonte @www.federugby.it)

Dopo quindici anni dall’ultima partecipazione a una rassegna iridata, l’Italia giocherà il Mondiale rugby donne al via il prossimo 9 agosto in Irlanda. Un appuntamento prestigioso per l’Italdonne che, da alcune settimane, ha già iniziato gli allenamenti che hanno aiutato il responsabile tecnico Andrea Di Giandomenico a scegliere le 28 azzurre che proveranno a scrivere la storia della palla ovale femminile.

Nell’albo d’oro del Mondiale rugby donne brilla la Nuova Zelanda, vincitrice di quattro edizioni fra 1998 e 2010, con l’egemonia interrotta soltanto quattro anni fa in Francia dal successo dell’Inghilterra (sempre sconfitta dalle neozelandesi) sul Canada (21-9). Per entrare nel vivo della preparazione iridata l’Italdonne si radunerà a Tirrenia da mercoledì 26 a sabato 29 luglio, quindi passaggio a Milano per la conferenza stampa di presentazione della squadra e successivamente a Parma per l’ultimo raduno prima della partenza per Dublino, in programma nella serata di sabato 5 agosto.

Le azzurre sono inserite nel Pool B, esordiranno a Dublino contro gli Stati Uniti mercoledì 9 agosto alle 16.30 locali (17.30 italiane). Domenica 13 agosto secondo incontro con le campionesse in carica dell’Inghilterra alle 14.30 locali (15.30 italiane), mentre nell’ultima partita del girone l’Italia affronterà la Spagna alle 14.45 locali (15.45 italiane). La seconda fase del torneo, in programma dal 22 al 26 agosto, si disputerà a Belfast.

“Siamo molto soddisfatti del gruppo che si è creato – sottolinea il responsabile tecnico Di Giandomenico – tutte le ragazze che hanno preso parte ai raduni di preparazione al Mondiale rugby donne hanno messo in campo il cento per cento mostrando una grande determinazione. Siamo consapevoli di avere un gruppo allargato su cui poter contare, ma abbiamo optato per delle scelte in ottica della squadra puntando sulla duttilità di alcune giocatrici”.

“Nel prossimo raduno andremo ad analizzare nel dettaglio vari aspetti per farci trovare pronti all’esordio contro gli Stati Uniti. Siamo emozionati al pensiero di partecipare al Mondiale – aggiunge il capo allenatore della spedizione azzurra – e ogni giorno che passa cresce l’attesa per questo evento. E’ un orgoglio per noi rappresentare l’intero movimento rugbistico femminile italiano in una competizione a cui ambisce partecipare qualsiasi atleta in ogni sport”.

Le 28 azzurre convocate per la WRWC 2017:
Piloni
Elisa CUCCHIELLA (Rugby Belve Neroverdi, 62 caps)
Marta FERRARI (Stade Rennais, 18 caps)
Lucia GAI (Stade Rennais, 47 caps)
Gaia GIACOMOLI (Rugby Colorno F.C., 6 caps)
Tallonatori
Melissa BETTONI (Stade Rennais, 35 caps)
Lucia CAMMARANO (Asd Rugby Monza 1949, 16 caps)
Seconde linee
Valeria FEDRIGHI (Verona Rugby, 2 caps)
Valentina Ruzza (Valsugana Rugby Padova, 14 caps)
Flavia SEVERIN (Benetton Treviso, 49 caps)
Sara TOUNESI (Rugby Colorno, esordiente)
Alice TREVISAN (Rugby Riviera, 39 caps)
Flanker
Ilaria ARRIGHETTI (Stade Rennais, 25 caps)
Michela ESTE (Benetton Treviso, 53 caps)
Silvia GAUDINO (Rugby Monza 1949, 67 caps)
Elisa GIORDANO (Valsugana Rugby Padova, 21 caps)
Isabella LOCATELLI (Rugby Monza 1949, 11 caps)
Mediani di mischia
Sara BARATTIN (Villorba Rugby, 71 caps)
Claudia SALVADEGO (Valsugana Rugby Padova, 1 cap)
Mediani d’apertura
Beatrice RIGONI (Valsugana Rugby Padova, 16 caps)
Veronica Schiavon (Yokohama TKM, 78 caps)
Centri/Ali/Estremi
Maria Grazia CIOFFI (Rugby Colorno, 46 caps)
Manuela FURLAN (Harlequins, 55 caps)
Veronica MADIA (Rugby Colorno, 3 caps)
Maria MAGATTI (Rugby Monza 1949, 19 caps)
Aura MUZZO (Pordenone Rugby, esordiente)
Michela SILLARI (Harlequins, 34 caps)
Sofia STEFAN (Stade Rennais, 27 caps)
paola ZANGIROLAMI (Valsuna Rugby Padova, 72 caps)

  •   
  •  
  •  
  •