Supercoppa Francia: PSG-Monaco 2-1, Dani Alves decisivo (Video)

Pubblicato il autore: Salvatore Musco

Ha lasciato l’Italia forse con qualche parola di troppo, ma come spesso accade ai campioni parlano sul campo, Dani Alves con due splendide giocate ha contribuito a portare sotto la Torre Eiffel la quinta Supercoppa di Francia consecutiva.
Ieri sera a Tangeri, in Marocco si è  infatti disputata nello ‘Stade Ibn Batouta’  la sfida che metteva in palio il Trophèe Des Champion tra il Monaco che quest’anno ha vinto la Ligue1, e il Paris Saint Germain che ha invece trionfato in Coppa di Francia e Coppa di Lega.

Emery con le assenze di lusso di Di Maria per squalifica e Draxler acciaccato, schiera i suoi con il 4-3-3, in difesa Areloa, Silva, Marquinos, Meunier, Kurzawa, centrocampo Motta, Verratti, Rabiot e in attacco, Cavani al centro e i due esterni Dani Alves nuovo arrivato sponda Torino e Pastore.
Gli elementi fondamentali del team di Jardim della passata stagione, cioè Mendy, Bernardo Silva e Bakayoko  hanno cambiato casacca e il tecnico portoghese reinventa la squadra. In difesa ci sono Subasic tra i pali, Glik-Jemerson coppia centrale e Toure-Kongolo rispettivamente a destra e sinistra, a centrocampo giocano Sidibe, Lemar, Fabinho e il nuovo acquisto gioiellino ex Anderlecht classe 1997  Tielemans, attacco composto dalla coppia Mbappe-Falcao.

La partita inizia con il possesso del Monaco che al 5′ si vede annullare un gol del solito Mbappe che uno contro uno con Areola, servito da Lemar non sbaglia, offside che c’era. La partita nella fase successiva la prende in mano il PSG, che prima al 14′ con Cavani e poi al 25′ con Dani Alves, va vicino al gol. Folata improvvisa del Monaco al 30′, Tielemans dalla lunetta di centrocampo disegna un assist millimetrico per l’inserimento di Sidibe che rimane lucido e freddo e con un cucchiaio brucia Areola in uscita. Reagisce il PSG che si butta avanti cercando il gol del pareggio, Dani Alves mette in apprensione il portiere avversario con una punizione al 42′ e poi Verratti ci prova dalla distanza al 45′, nulla di fatto, si conclude con il Monaco in vantaggio al primo tempo.

Nel secondo tempo al rientro in campo non ci sono variazione da parte di nessuno dei due allenatori. La partita inizia forte, 47′ ancora Sidibe si spinge fino in fondo sulla destra, la mette al centro, Falcao la colpisce di testa ma la palla va alta. Al 51′ Dani Alves dai 30 metri si appresta a battere un punizione procurata da Kurzawa, sguardo concentrato verso la porta, tre passi e bomba tesa e angolata che si va ad infilare sotto la traversa alla destra del portiere, imparabile per Subasic. La partita si accende di emozioni da una parte e dell’altra, al 57′ di nuovo con Tielesman (ottima partita) il Monaco va vicino vantaggio. Al 63′ ennesimo inserimento di Dani Alves che  pennella un cross al centro dell’area che Rabiot insacca con una frustata di testa. La squadra del Principato ci prova fino alla fine negli ultimi minuti e sfiora il pari con Carillo subentrato a Mbappè al 70′ e nel forcing finale al 91′ reclama un rigore (poteva starci) su un cross dalla sinistra deviato di mano da Rabiot. Dopo i 3 minuti di recupero concessi la partita finisce e il PSG si aggiudica la quinta Supercoppa di Francia consecutiva. 

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •