Juve, vigilia della Supercoppa: la parola a Buffon

Pubblicato il autore: Benedicta Felice Segui

Alla vigilia della Supercoppa contro la Lazio, Gianluigi Buffon lascia le sue impressioni durante la conferenza stampa nell’intervista raccontata da Fabiana Della Valle sulla Gazzetta. La prima considerazione riguarda la sfida della Supercoppa che ha così commentato: “Oggi mi aspetta un’altra sfida e un’altra Supercoppa. Questo per me è motivo di grande soddisfazione e di allegria. Ho addosso una strana euforia, una felicità che immagino sia figlia di quel pizzico di follia che mi ha portato fino a qui”.

Poi, il portiere dedica le sue impressioni al reparto della difesa, sottolineando che anche senza Bonucci con il quale aveva un rapporto speciale è in grado di sorprendere: “La difesa continuerà a essere il punto di forza della squadra, per i giocatori che la compongono che non hanno nulla da invidiare a nessuno e questo basta e avanza per avere un certo tipo di ottimismo e di certezze. E’ chiaro che se uno analizza i precampionati, i pre-partite, le sfide che incontri, giochi 20’ minuti con la formazione, 25’ con quell’altra dopo mezz’ora cambi 11, credo che ci siano delle critiche un po’ strumentali e fini a se stesse anche perché se incontrassimo sempre Psg, Barcellona, Tottenham e Roma penso che qualche gol in più lo prenderemmo nonostante una difesa ben costruita. Tra una quindicina di partite ci saranno i primi verdetti. Sappiamo bene che non si può vincere in eterno. Averlo fatto per 6 anni di fila è stato già qualcosa di straordinario, ai limiti dell’irripetibile. Molti avversari si sono rinforzati, ma noi siamo sempre noi e saremo sempre lì, pronti a lottare. Credo che la Juve sia ancora molto forte, quanto dipenderà da noi e dalla nostra voglia di stupire”.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •