Napoli-Nizza, come gioca l’avversario del Napoli nei preliminari di Champions League

Pubblicato il autore: Andrea De Vivo

balotelli
Napoli-Nizza. E’ questo il verdetto del sorteggio per i preliminari di Champions League di questa mattina. Conosciuta in Italia soprattutto per aver accolto Mario Balotelli tra le sue fila, il Nizza è stata la rivelazione degli ultimi due campionati di Ligue 1. Nella stagione 2015-16 la squadra guidata da Lucien Favre ha centrato un inaspettato quarto posto in classifica e, dopo un mercato di buon livello – tra cui spiccano gli acquisti di Dante, Balotelli e Dalbert – la squadra è stata in grado di riconfermarsi ad alti livelli nella stagione successiva, ottenendo il terzo posto in classifica dietro solo a Monaco e Psg. Con questo piazzamento il Nizza ha affrontato il terzo turno di qualificazione di Champions League dove ha eliminato gli olandesi dell’Ajax, grazie al 3-3 complessivo e ai gol realizzati in trasferta.

Il Napoli, almeno sulla carta, ha di fronte un avversario di livello tecnico sicuramente inferiore. Il Nizza ha confermato la rosa della scorsa stagione senza alcun acquisto roboante. Ma i francesi sono sicuramente l’avversario peggiore che i partenopei potessero pescare. Innanzitutto il campionato francese inizia con largo anticipo rispetto alla nostra Serie A. Oltre al terzo turno di qualificazione già disputato, “Les Aiglons” (gli “aquilotti”) esordiranno in campionato già domani 5 agosto in trasferta contro il Saint Etienne.
Il Nizza ha poi la fama di rilanciare giocatori in difficoltà: due anni fa fu la volta di Hatem Ben Harfa – ora al Psg – e lo scorso anno di Balotelli, ripudiato dal calcio italiano prima, e dal Liverpool poi, per il suo grande talento mai espresso, ha trovato a Nice un’isola felice dove ha realizzato 15 gol in 23 presenze. Quest’anno Mario ha realizzato già un gol nell’andata del terzo turno di qualificazione contro l’Ajax, per poi saltare il ritorno – che ha guardato insieme ad alcuni tifosi in un pub – a causa di un problema muscolare alla coscia. Buona notizia per i tifosi napoletani, visto che non è ancora certo il suo recupero per la gara d’andata al San Paolo di mercoledì 16 agosto.
Oltre l’italiano, una delle stelle della squadra francese è Jean Michaël Seri. L’ivoriano, classe 1991, è stata una delle rivelazioni della scorsa stagione, realizzando 7 gol e fornendo ben 9 assist in campionato. Contro l’Ajax gli assist sfornati sono già due.

Come gioca il Nizza?

Se gli aquilotti vengono definiti il Napoli di Francia il motivo è presto detto. Il Nizza gioca con un 4-3-3 che in corso di partita si trasforma in un 3-4-3 quando i terzini salgono sulla linea dei centrocampisti e Seri si abbassa il suo baricentro. Proprio Seri ha le maggiori responsabilità, risultando la mente ed il regista della squadra, smistando i palloni per le ali difensive e quelle offensive, tra cui ricordiamo Esseryc, autore nella scorsa stagione di 4 gol e 7 assist. In difesa la squadra può contare sull’esperto Dante, ex Bayern Monaco, e Dalbert, dato ormai verso l’Inter. L’aspetto più importante delle tattiche di Favre è il pressing e il passaggio repentino dalla fase difensiva a quella offensiva, da realizzare mediante pochi e rapidi passaggi. Il Napoli dovrà ben guardarsi dallo sprizzante gioco offensivo e dai veloci contropiedi dei francesi e soprattutto dalla loro imprevedibilità tattica che gli ha consentito, già nella scorsa stagione, di battere avversari ben più quotati.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •  
Tags: ,