Patrik Schick all’Inter, la trattativa dai tempi lunghi

Pubblicato il autore: Benedicta Felice Segui

Patrik Schick l’attaccante della Sampdoria ha già scelto l’Inter come prossima destinazione ma ancora deve attendere la conferma definitiva dei blucerchiati. La squadra di Massimo Ferrero ha deciso di non concludere l’affare istantaneamente, in quanto deve prima trovare un degno sostituto del calciatore ceco. Le ragioni di ciò vanno individuate nell’ evitare di ripetere un episodio della scorsa cessione di Skriniar all’Inter andata in porto senza che fosse stato acquistato un difensore per sostituirlo. Dunque c’è da attendere anche se Schick è già deciso ad entrare nel club nerazzurro nonostante l’interesse di Monaco e Bayern. Infatti, per il Monaco che sta metabolizzando l’uscita di Mbappè, Schick potrebbe essere una valida alternativa in attacco nonostante la Sampdoria speri nell’asta con la società nerazzurra. Inoltre è importante comprendere quali sono le strategie definitive del dopo Mbappè considerando l’utilità della pazienza e degli accordi totali anche se il c’è il rischio di perderlo a causa della concorrenza e della disponibilità economica del Bayern Monaco con le cessioni di Bernardo Silva, Mendy, Bakayoko e potenzialmente Mbappé. L’Inter conosce bene tale situazione e in ragione di questo non dimostra di avere fretta anche se sarà meglio stringere la trattativa.
Paytrick Schick si distingue per essere un giocatore agile, veloce dotato di un buon dribbling. Il giocatore è considerato uno degli attaccanti più promettenti del panorama calcistico italiano che svolge il ruolo di attaccante mancino ed è in grado di fare gol anche di testa. Il suo inizio è avvenuto nelle giovanili dello Sparta Praga quando ha debuttato in prima squadra nella gara di Pohár ČMFS (Coppa della Repubblica Ceca) persa 3-1 contro lo Jablonec. La prima rete da professionista è giunta nella gara di Pohár ČMFS pareggiata 1-1 contro il Příbram.
L’11 dicembre del 2014 ha esordito in Europa League nella sconfitta per 2-0 contro gli svizzeri dello Young Boys. Nell’estate dell’anno successivo viene ceduto in prestito al Bohemians 1905, compiendo il primo gol il 12 settembre mentre la sua prima doppietta da professionista avviene il 21 novembre nella vittoria per 3-1 contro il Baník Ostrava. L’anno successivo la Sampdoria rende noto l’acquisto del giocatore dallo Sparta Praga, ottenendolo per 4 milioni. Fa il suo ingresso nella società dei blucerchiati il 14 agosto, entrando in campo durante il match di Coppa Italia vinto 3-0 contro il Bassano.
Il 21 agosto fa il suo esordio in serie A nella vittoria 1-0 in trasferta contro l’Empoli, siglando la sua prima rete in tale serie contro la Juventus in una partita che si conclude con la sconfitta dei blucerchiati per 4-1. La prima doppietta italiana la realizza nel match di Coppa Italia vinto 3-0 contro il Cagliari. Il calciatore fa il suo ingresso anche nelle nazionali giovanili ceche e negli Under -21 contro Malta, match nella quale segna una doppietta che permette ai cechi di vincere 4-1.
Il 27 maggio del 2016 è un’altra data significativa che vede il suo ingresso nella nazionale maggiore subentrando al 66’ al capitano Rosický e segnando il gol del definitivo 6-0 nella conclusione.

  •   
  •  
  •  
  •