Neymar e Mbappé, 400 milioni di buoni motivi per non fallire al Psg

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa
mbappé

Mbappé, il PSG si prepara a un altro super colpo milionario

Duecentoventidue più centottanta milioni di euro: totale 402 milioni di euro per assicurarsi due attaccanti. Di sicuro valore, nessuno lo mette in discussione, ma pur sempre una cifra monstre. Psg Neymar Mbappé è senza dubbio il triangolo che ha reso bollente il calciomercato internazionale e, soprattutto, ha fatto girare tantissimi soldi.

Gli sceicchi di Parigi fanno sul serio. Nasser Al-Khelaifi prima ha staccato un assegno da 222 milioni di euro per assicurarsi Neymar da Silva Santos Junior, per tutti Neymar Jr, pagando la clausola rescissoria al Barcellona. Dopo le scaramucce, i blaugrana hanno deciso di riporre l’ascia di guerra e, incassato l’assegno, hanno rilasciato il transfer che consentirà all’asso brasiliano – giocatore più pagato nella storia del calcio mondiale – di esordire con la sua nuova maglia parigina. Ma il Psg non lascia, anzi raddoppia. E al fianco di Neymar vuole piazzare l’altro astro nascente del calcio europeo, il 18enne Kylian Sanmi Mbappé che ha stupito tutti nell’ultima stagione al Monaco con cui ha vinto la Ligue 1 francese proprio interrompendo il dominio parigino che durava da quattro stagioni.

Per convincere monegaschi e giocatore, il Psg ha usato un mezzo molto convincente: i soldi. Premesso che l’ingaggio di Mbappé al Psg non è ancora ufficiale, si mormora comunque che l’accordo sia praticamente fatto stando almeno al francese “Equipe” che dà per fatto il trasferimento. Al Monaco andrebbero 160 milioni di euro più altri 20 di bonus, al giocatore 18 milioni netti all’anno con un accordo quinquennale. Cifre irraggiungibili per qualsiasi altra società, il tutto alla faccia del fair play finanziario che, a questo punto, viene da chiedersi se sia reale o solo sbandierato. Fatto sta che, fra Neymar e Mbappé, il Psg farà girare 402 milioni di euro più 48 milioni di ingaggio netti ai due giocatori.

Senza dubbio, sulla carta, un attacco spaziale che va a potenziare una rosa straordinaria: Dani Alves, Marquinos, Thiago Silva, Marco Verratti, Adrien Rabiot, Angel Di Maria, Javier Pastore, Blaise Matuidi, Thiago Motta, Lucas, Julian Draxler, Edinson Cavani. Una rosa che probabilmente ora andrà sfoltita, perché è impensabile che Unaj Emery possa gestire un simile parco giocatori. “Mbappé è un giocatore del Monaco, ora. Vediamo cosa succede nei prossimo giorni” si è limitato a dire il tecnico parigino. Che ha fra le mani una rosa “illegale” che però dovrà rendere in Francia, dove lo scudetto deve essere già cucito sulle maglie del Psg, ma soprattutto in Europa. Perché con 402 milioni di euro spesi gli errori non saranno ammessi…

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •