Verso la Supercoppa: Cuadrado si ferma ma non è a rischio

Pubblicato il autore: Andrea De Vivo


A quattro giorni dalla partita valevole per l’assegnazione della Supercoppa Italiana, in programma sabato 13 agosto alle 20.45 allo Stadio Olimpico, Juventus e Lazio continuano la preparazione sul campo.

Qui Juventus.

Nonostante un precampionato tutt’altro che da incorniciare, e dopo le partenze di Bonucci e Dani Alves, il reparto che più sembra aver bisogno di una registrata è sicuramente la difesa. 7 gol in 4 partite amichevoli, benché si tratti di calcio estivo e debba essere valutato in quanto tale, sono tanti. Proprio in vista della finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio, Allegri valuta gli ultimi ballottaggi.

Per la Supercoppa nessun dubbio in porta dove ci sarà Buffon a difendere i pali della vecchia signora. Szczesny, infatti, sta ancora smaltendo i problemi alla caviglia che lo hanno tenuto lontano dalla tournée negli Usa. In difesa la sfida è apertissima tra De Sciglio e Lichtesteiner ; al centro l’unica certezza è Chiellini. In tre – Barzagli, Benatia  e Rugani – si contendono poi l’altra maglia. A sinistra nessun dubbio, confermato Alex Sandro. A centrocampo dovrebbe essere certa la coppia Pjanic, Khedira con Marchisio, in verità apparso in grande spolvero nel precampionato, pronto a subentrare. In avanti la certezza è Higuain, con alle spalle Dybala e Mandzukic sulla sinistra. E mentre è difficile vedere già in campo Bernardeschi, più indietro fisicamente essendo arrivato dopo gli altri in ritiro –  l’ex Fiorentina ha giocato solo uno spezzone di gara (25 minuti) contro la Roma a Foxborough e non è stato convocato per l’amichevole contro il Tottenham, a destra è sfida aperta tra il nuovo acquisto Douglas Costa e la vecchia conoscenza Cuadrado.

Proprio Cuadrado si è fermato durante l’allenamento di ieri, avendo lamentato un affaticamento al polpaccio. La notizia è rimbalzata tra più testate giornalistiche, ma è stata smentita dal club bianconero. Sembra quindi che il colombiano sarà della partita e, se davvero non dovessero esserci problemi fisici, dovrebbe essere lui l’indiziato principale per partire da titolare con il brasiliano Douglas Costa pronto a subentrare.

Qui Lazio.

Discorso simile per l’altra finalista di Supercoppa, la Lazio, alle prese con alcuni giocatori acciaccati. A preoccupare di più è il brasiliano Felipe Anderson. Da i più indicato come il sostituto naturale di Keita – dato ormai per partente proprio verso i bianconeri -nell’affiancare Immobile, il giocatore ha accusato nei giorni scorsi un affaticamento muscolare. L’infortunio, molto frequente in fase di preparazione atletica, sembrava poter essere smaltito in pochi giorni. Invece, oltre ad averlo tenuto lontano dal campo nell’amichevole contro il Malaga, l’infortunio pare più serio del previsto. I giorni sono ormai 10, esattamente dall’amichevole contro il Leverkusen, e difficilmente Felipe potrà recuperare per la partita di sabato contro la Juventus.

Guai muscolari anche per Radu, anche lui fermo dalla partita contro il Malaga, quando ha accusato un risentimento muscolare che lo ha costretto ad uscire dal campo. Si è allenato regolarmente Hoedt, nonostante la botta al ginocchio che in ogni caso non preoccupa.

Inzaghi dovrebbe schierare la formazione tipo vista nelle positive uscite amichevoli di questo precampionato. Davanti a Strakosha agiranno Bastos, De Vrij e Wallace. Centrocampo a cinque con Marusic – neoacquisto e una delle migliori sorprese di questa Lazio – Milinkovic, Leiva, Parolo e Lulic. In attacco ad affiancare l’inamovibile Immobile, ci sarà quindi Keita.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •