Bologna, denunciato tentativo di estorsione alla dirigenza

Pubblicato il autore: Matilde Savaglio

Dal sito dell’Ansa è appena arrivata la notizia di una tentata estorsione alla dirigenza del Bologna  da parte di Giorgio Rosa. Quest’ultimo era un’ex collaboratore di Innova, una società che si occupava del settore commerciale dei rosso-blu con un contratto regolare. Rosa aveva proprio il compito di cercare sponsor e occuparsi della raccolta pubblicitaria del club.

La denuncia è arrivata proprio da parte dell’amministratore delegato del Bologna, Claudio Fenucci, che è stato il primo a tirare fuori il nome di Giorgio Rosa. Secondo quanto esposto dal Bologna F.c. infatti quest’ultimo avrebbe fatto pressioni alla società per la riscossione di un credito non dovuto. Ma non finisce qua: infatti la richiesta di ben 20mila euro sarebbe stata anche accompagnata da una minaccia: l’agente commerciale, infatti, avrebbe aggiunto di essere pronto a danneggiare l’immagine e la reputazione della società bolognese se non avesse ricevuto i soldi nel giro di un tempo limitato.

In questo momento la Procura e il nucleo di Polizia tributaria della Guardia di finanza di Bologna hanno avviato le indagini per tentata estorsione proprio a seguito della denuncia di Fenucci. Giorgio Rosa sarà interrogato nei giorni a venire e sulla base di queste accuse da parte degli inquirenti, coordinati dal pm Roberto Ceroni. Sarebbe stato più giusto, secondo Fenucci, che Rosa chiedesse i corrispettivi per le commissioni alla sua azienda e non al Bologna F.c.L’indagato, comunque, intervistato da parte dei quotidiani locali, ha dichiarato che si tratta di “accuse del tutto false”, quindi aspetteremo i prossimi giorni per sapere se verrà dichiarato colpevole anche dalle autorità.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •  
Tags: