C’era una volta l’Olanda, la Russia è un miraggio per i tulipani

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
olanda

Olanda, i mondiali sono un miraggio

Olanda, crisi senza fine. In principio fu l’Arancia Meccanica degli anni ’70 dei vari Cruyff, Neskens, Krol. Poi ci fu la grande Olanda campione d’Europa nel 1988 con il trio del Milan Gullit-Rijkaard-Van Basten e i fratelli Koeman. Alla fine degli anni ’90 c’era la squadra di Van der Sar, Stam, Bergkamp, Kluivert, Overmars, i fratelli De Boer fermata solo dal Brasile di Ronaldo ai mondiali di Francia ’98. Nel 2010 altra finale mondiale persa dai tulipani, con Robben, Sneijder e il mago Van Gaal in panchina che si inchinarono alla Spagna. Anche nel 2014 ci fu una nazionale olandese che si arrampicò fino alla semifinale, per perdere ai rigori con l’Argentina di Messi. 40 anni di grande calcio Orange e poi? Il nulla cosmico. L’Olanda di oggi è quarta nel gruppo A di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018. La nazionale allenata oggi dal vecchio Advocaat vede la qualificazione alla rassegna iridata come un miraggio. Lo 0-4 subito a Parigi dalla Francia è stato l’ennesimo capitolo buio della storia recente del calcio della nazionale olandese. Una squadra che ha delle buone individualità, ma che non riesce ad essere squadra. Nel girone di qualificazione a Russia 2018 davanti agli olandesi ci sono Svezia e Bulgaria. Squadre di gran lunga inferiori al potenziale olandese.

Come detto la nazionale olandese è costituita da ottimi elementi, come De Vrij, Strootman e Robben. Cerro non c’è la qualità degli anni addietro, ma qualcosa di buono su cui lavorare c’è. Al capezzale de tulipani è stato richiamato per l’ennesima volta Dick Advocaat. L’allenatore olandese è un uomo di grandissima esperienza, ma forse non riesce a trovare quella chimica necessaria alle nazionali per ottenere i risultati. Mancano tre partite alla fine del girone, l’Olanda è a tre punti dal secondo posto che vale gli spareggi per accedere ai Mondiali. Domenica è in programma Olanda-Bulgaria, vera e propria ultima spiaggia sulla strada del mondiale russo. Agli uomini di Advocaat serve solo la vittoria, altrimenti da miraggio la Russia diventerà una vera e propria chimera.

potrebbe interessarti ancheQualificazioni Euro 2020, Olanda-Nord Irlanda 3-1: De Jong e un doppio Depay valgono l’aggancio in classifica (video highlights)

Olanda, la crisi è anche dei club

Olanda, anche i club sono in difficoltà. La crisi del calcio olandese si riflette anche nei club. L’Ajax e il Psv Eindhoven  sono fuori dalle coppe europee. I Lancieri sono stati eliminati sia dalla Champions League che dall’Europa League. Uno vero e proprio smacco per i finalisti della scorsa edizione dell’Europa League. L’Ajax continua a sfornare giovani di talento e a venderli in tutta Europa. Però molti di questi ragazzi sono stranieri, quindi la nazionale inevitabilmente ne risente. Stessa sorte per il Psv, eliminato nei preliminari di Europa League dai croati dell’Osijek.

potrebbe interessarti ancheOlanda-Irlanda del Nord streaming gratis e diretta tv Qualificazioni Euro 2020, oggi 10 ottobre dalle 20.45

Squadre che nell’epoca d’oro del calcio olandese erano ai vertici del calcio europeo portando in Europa talenti straordinari rivenduti a peso d’oro per restare competitivi. Basti pensare che attaccanti come Romario, Ronaldo e Van Nistelrooy sono tutti passati dal Philips Stadion di Eindhoven. Resta solo il Feyenoord, campione d’Olanda in carica, in Champions League. Vedremo quando strada riusciranno a fare Kuyt e compagni, magari saranno loro la locomotiva per la rinascita del calcio dei tulipani.

notizie sul temaAddio a Fernando Ricksen, l’ex Rangers si spegne a soli 43 anniGermania-Olanda 2-4 (Video Gol Highlights): Cuore Orange! I tulipani rimontano gli uomini di Low e tornano in corsa per la qualificazioneVolley femminile, Italia-Olanda: dove vedere il match del torneo Preolimpico in tv e streaming, oggi 4 agosto
  •   
  •  
  •  
  •