Materazzi Inter: “Squadra da non sottovalutare”. Ed a Cardiff il tifo per un “vecchio nemico”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Inter Materazzi, importanti dichiarazioni dell’ex difensore nerazzurro

E’ uno dei simboli più importanti dell’Inter del Triplete: l’ex difensore nerazzurro Marco Materazzi a distanza di anni dal suo addio alla squadra interista rimane uno dei giocatori maggiormente ricordati ed apprezzati dai tifosi per il suo carisma ed il suo carattere da vincente. Una grinta, quella di Materazzi, che ancora oggi continua a far vibrare le corde dei cuori di tutti i tifosi dell’Inter ogni qualvolta l’ex difensore nerazzurro torna a parlare della sua vecchia squadra.  Così come successo in occasione dell’intervista rilasciata dallo stesso Materazzi alla Gazzetta dello Sport nella quale l’ex difensore ha parlato dello stato attuale della società nerazzurra, apprezzando il lavoro svolto dal nuovo tecnico Spalletti, svelando un gustoso retroscena sulla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid dove a scontrarsi sono stati due “nemici” storici di Matrix.

Inter Materazzi, la soddisfazione dell’ex difensore nerazzurro

L’Inter ha 16 punti e non la sottovaluterei. Anche perché non fa le Coppe ed è forte fisicamente. Se riesci a vincere anche quando non giochi bene e hai uno stadio come San Siro che ti spinge, nulla ti è precluso. La squadra è stata brava a trovarsi al posto giusto al momento giusto, poi è chiaro che la fortuna ci vuole pure. Anche gli 8 gol su 12 segnati nell’ultimo quarto d’ora dicono che l’Inter non molla mai e può sempre piazzare il colpo. Questi gol hanno portato vittorie e non pareggi. Un segnale, lo scorso anno questa tigna non c’era.  Skriniar deve osare di più ma ha personalità e forza fisica ed è già un idolo dei tifosi. Candreva è il trequartista ideale per Spalletti”.

potrebbe interessarti anchePaolo De Paola a SN: “Cristiano Ronaldo alla Juve ? Non è una colpa migliorarsi. Il Milan cinese? Un grande bluff”

Materazzi ha anche parlato della recente finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid che ha messo di fronte da un lato i bianconeri, storici “nemici” dei nerazzurri, e dall’altro Zinedine Zidane, tecnico degli spagnoli con un passato turbolento per quanto riguarda proprio i rapporti con l’ex difensore dell’Inter, protagonista dell’ultima gloriosa stagione nerazzurra con il Triplete del 2010. Nonostante la parentesi della testata nella finale dei Mondiali 2006 Materazzi ha stupito tutti con queste dichiarazioni.

potrebbe interessarti ancheInter, sirene inglesi per Perisic: Di Maria o Chiesa per sostituire il croato

” A Cardiff ho tifato Zidane. La Juve proprio non potevo. Anche se l’avrei applaudita nel caso avesse meritato di vincere. A Zizou voglio bene, non ho nulla contro di lui. E ne approfitto per fargli i complimenti perché ha avuto l’intelligenza per toccare i tasti giusti e creare quell’empatia tra grandi campioni . Ormai siamo diventati grandi, non avrei problemi a fare pace con Zizou. Non ci siamo mai sentiti, non sto a inseguirlo ma se capita l’occasione sono pronto. Poi andrebbe chiesto anche a lui”

notizie sul temaBUENOS AIRES, ARGENTINA - MAY 03: Lautaro Martinez of Racing Club looks on during a group stage match between Racing Club and Universidad de Chile as part of Copa CONMEBOL Libertadores 2018 at Presidente Peron Stadium on May 3, 2018 in Buenos Aires, Argentina. (Photo by Marcelo Endelli/Getty Images)Formazioni Lugano-Inter, amichevole sabato 14 luglio: esordio per Martinez, Nainggolan, Politano e De VrijMILAN, ITALY - OCTOBER 24: Mauro Emanuel Icardi of FC Internazionale Milano celebrates his second goal during the Serie A match between FC Internazionale and UC Sampdoria at Stadio Giuseppe Meazza on October 24, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)Lugano-Inter streaming live gratis e diretta tv, amichevole oggi 14 luglio dalle 20Napoli, azzurri interessati a Malcom del Bordeaux ma l’Inter è avanti nella trattativa
  •   
  •  
  •  
  •