Milan, Donnarumma-Raiola: la famiglia si sarebbe stancata delle frecciate dell’agente ai rossoneri

Pubblicato il autore: Fabio Sala
Donnarumma-Raiola

Donnarumma-Raiola

Non sarebbero piaciute le ultime uscite mediatiche dell’agente Mino Raiola alla famiglia di uno dei suoi tanti assistiti, come rivelerebbe Sportitalia. Ci stiamo riferendo ai genitori (e parenti) di Donnarumma, il portiere del Milan classe 1999 che ha rinnovato quest’estate il contratto in scadenza andando a percepire qualcosa come 6 milioni a stagione e diventando il 18enne più pagato nella storia del calcio.
Tutti sanno che i giocatori gestiti da Raiola guadagnano cifre importanti e sono assistiti alla perfezione. Ma soffermandoci nello specifico sul triangolo Milan-Donnarumma-Raiola, la famiglia del baby-portiere non avrebbe apprezzato le ultime uscite mediatiche dell’agente italo-olandese riguardo la questione della fascia da capitano e il fatto di non credere ancora nella società cinese per la poca trasparenza, a fronte di un mercato fatto di investimenti importanti. Perché però questo gelo così improvviso? Partiamo dal principio.

DONNARUMMA AL PSG – Prima che al Real Madrid, Raiola spingeva molto per far firmare Donnarumma con il PSG degli sceicchi. Ingaggio monstre, commissioni super, lussi di ogni genere e tutti felici e contenti. La famiglia però avrebbe detto no, e così Raiola si sarebbe dovuto adeguare e farlo firmare al Milan. Per questo l’agente continua a lanciare frecciate importanti al Milan, come se i rossoneri gli avessero fatto un torto. Probabilmente adesso il procuratore vuole convincere la famiglia a tutti i costi ad abbandonare il Milan nella prossima estate (soprattutto se i rossoneri non centrano l’obiettivo Champions League). Per questo potrebbero esserci alcuni scenari importanti. La famiglia potrebbe decidere di abbandonare Raiola (anche se tutti ricordiamo il tweet di Donnarumma mentre era agli Europei Unedr 21 in cui scriveva “Donnarumma-Raiola ieri oggi e domani”). Nelle prossime settimane forse ne sapremo di più e con maggiore chiarezza.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •