Milan, Montella corre ai ripari: “Contro l’Austria Vienna difesa a tre”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Raduno Milan

Montella cambia il Milan, si passa alla difesa a tre

La sonora ed inappellabile sconfitta dell’Olimpico ha messo in evidenza tutti i limiti di questo nuovo Milan, affacciatosi alla nuova stagione con ambizioni importanti ma dissoltosi alla prima vera sfida di rilievo del suo nuovo corso. Tanti i motivi alla base della disfatta contro la Lazio ma non si può prescindere, come sottolineato da Montella al termine della gara, dal s0ttolineare l’atteggiamento “negativo” avuto dalla formazione rossonera dopo una fase iniziale di match giocata a buon livello.  Montella accetta il k.o. contro la Lazio ma lo indica anche come punto di partenza dal quale ripartire, a cominciare subito dalla sfida di Europa League contro l’Austria Vienna. Una trasferta europea da non sottovalutare specialmente perchè arriva proprio dalla scoppola subita contro i biancoceleste e che può già segnare il cammino europeo della formazione di Montella.  Toccherà proprio al tecnico del Milan trovare le adeguate contromosse per “svegliare” una squadra apparsa troppo fragile dal punto di vista caratteriale oltre che in difficoltà dal punto di vista tattico.

Austria Vienna Milan , le mosse di Montella

I limiti del sistema tattico utilizzato da Montella in questo inizio di stagione sono stati messi a nudo da una Lazio straripante che ieri ha fatto ciò che ha voluto della formazione rossonera: il Milan, dopo il mercato fatto in estate, non può prescindere da un cambio di modulo divenuto dopo la gara contro la Lazio una vera e propria esigenza.  E’ stato lo stesso Montella ad annunciarlo nel post gara dell’Olimpico: a Vienna sarà 3 – 5 – 2, habitat naturale del capitano Bonucci, anche lui naufragato ieri sotto i colpi di un irresistibile Immobile.

“Quando abbiamo preso Bonucci c’era l’intenzione di passare alla difesa a tre. Romagnoli lo vedo meglio, quindi giovedì sono intenzionato a giocare a tre dietro. Non l’ho fatto oggi perché non ci siamo allenati tanto insieme in questi giorni. Dobbiamo ancora diventare squadra, tutti insieme ci siamo allenati poco ma so che non abbiamo tempo. Questo match ci ha detto che siamo indietro, la Lazio oggi ha dimostrato di essere più squadra di noi e di essere più avanti noi: dobbiamo fare di più sotto il profilo dell’atteggiamento e della personalità”.

Giovedì, all’esordio nella fase a gironi di Europa League, si preannuncia quindi un Milan profondamente diverso da quello visto ieri all’Olimpico. Linea di difesa a tre con Bonucci, Musacchio ed uno tra Zapata e Romagnoli a guidare la retroguardia rossonera. Il cambio modulo porterà anche al sacrificio di qualcuno in attacco ed il giocatore maggiormente indiziato ad accomodarsi in panchina è lo spagnolo Suso. Montella potrebbe lanciare dal primo minuto la coppia Kalinic – Andrè Silva, entrambi in panchina contro la Lazio , con Rodriguez e Abate a fare gli esterni di centrocampo. In mezzo Biglia, Kessie e probabilmente Bonaventura, che ha recuperato dall’infortunio patito ad inizio campionato. In questi tre giorni che mancano dalla sfida contro l’Austria Vienna comunque Montella valuterà la squadra anche in vista dei tanti impegni ravvicinati che attendono i rossoneri in questa prima parte di stagione e che potrebbero spingere il tecnico rossonero ad adottare un leggero turnover.

  •   
  •  
  •  
  •