Roma, Dzeko ci ripensa dopo lo sfogo: “Giusti gli insegnamenti di Di Francesco”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado


La quiete dopo la tempesta. Prova a riportare serenità e tranquillità all’interno della Roma l’attaccante bosniaco Edin Dzeko dopo le polemiche sollevate dalle sue dichiarazioni rilasciate ieri sera, a caldo, dopo la gara contro l’Atletico Madrid.  Il clamore suscitato dalle frasi dette dal giocatore ha spinto lo stesso Dzeko, dopo aver avvisato la società giallorossa, a pubblicare un messaggio chiarificatore sui social attraverso il quale l’attaccante bosniaco ha “corretto” il tiro rispetto a quanto dichiarato dopo la gara di Champions League contro l’Atletico Madrid.

“Quella di ieri è stata una gara molto combattuta, pallone su pallone. Avrei voluto dare un contributo maggiore, ma in gare del genere non è sempre facile, per questo a fine gara non ero molto soddisfatto. Mi dispiace però che le mie parole siano state interpretate come una critica. Penso che gli insegnamenti del mister siano quelli giusti e impegnandoci al massimo otterremo i risultati che vorremo. Daje Roma”

Il messaggio di Dzeko è stato accompagnato da una foto della squadra giallorossa e da due cuori: un gesto distensivo dopo le tensioni di ieri seguite alle parole del bosniaco che aveva “criticato” il modo di giocare della squadra ( “Lo scorso anno Salah e Nainggolan erano più vicini a me, oggi sono solo e mi manca una figura così”)  attaccando indirettamente la figura del tecnico Di Francesco. Oggi, però, il nuovo intervento del bosniaco che ha voluto aggiustare il tiro per spegnere sul nascere ogni tipo di polemica in un momento comunque delicato della stagione giallorossa. L’inizio di campionato non è stato dei migliori con la sofferta vittoria di Bergamo e la pesante sconfitta contro l’Inter all’Olimpico e per queste ragioni l’ambiente giallorosso ha necessità di stringersi attorno al nuovo tecnico Di Francesco ed alla squadra senza polemiche che troppo spesso a Roma e per la Roma si sono trasformate in pesanti fardelli da sopportare e difficili da superare.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •