Sampdoria travolgente. Giampaolo: “La nostra miglior partita”, e sogna l’Inter

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

sampdoria travolgenteUna vera e propria Sampdoria travolgente quella che mette al tappeto il Milan di Montella, decantato come una delle possibili pretendenti allo scudetto e già costretto a inseguire i bolidi Juventus e Napoli, nonché i cugini dell’Inter, che contro il Genoa sono riusciti, anche se con qualche difficoltà di troppo, a vincere.

“Sono contento, per i ragazzi, per il club e per i tifosi. Devo dire che è stata la miglior partita della Sampdoria finora, la prestazione, in questi 90 minuti, è stata importante ed ha un valore ancora più importante perchè contro il Milan, che è una squadra forte”. (Intervista riportata da Sky).

Non mancano parole di elogio per gli autori dei due gol che hanno steso il Milan, ovvero Zapata e Alvarez, con una nota particolare su Quagliarella, considerato fondamentale dal tecnico blucerchiato:

“È stata una grande prova da parte dei ragazzi. Fabio fa le cose bene: ha i tempi, sa come risalire, sa come gestire l’ avversario. Duvan è da poco con noi, ma sta dimostrando grande disponibilità. Ho due attaccanti formidabili e anche dietro posso ritenermi soddisfatto. Quando tocca a me devo sbagliare formazione il meno possibile”. (Intervista riportata da Sky).

Imbattuta la squadra di Giampaolo dopo 6 giornate, grazie ai pareggi con Torino e Verona e alle vittorie contro Benevento, Fiorentina e Milan, attendendo il recupero del match contro la Roma di Di Francesco, avversario ostico ma che ora la troupe blucerchiata affronterà con maggiore consapevolezza dei propri mezzi.

“I risultati sono importanti, ti portano a crescere in autostima. Il pubblico straordinario, le vittorie e le buone prestazioni come questa con il Milan regalano continuità e aiutano a sentirci migliori”. (Intervista riportata da Sky).

Da buon interista il tecnico della Sampdoria non ha disdegnato la possibilità di poter allenare la sua squadra in futuro, cosa che lo renderebbe pieno di gioia, e per dimostrarlo ha fatto un favore da non poco all’attuale squadra di Spalletti che ora è a +4 dai rossoneri.

“Ora ho cinquant’anni, volete sapere cosa immagino per il mio futuro? Allenare la Sampdoria, poi andare all’Inter, la squadra del mio cuore da bambino”. (Intervista riportata da repubblica.it).

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •