Serie A, il punto dopo 3 giornate di campionato con Juventus, Napoli e Inter in testa

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

Dopo l’ultima giornata di Serie A Juve, Inter e Napoli in vetta

Sono passate tre giornate del campionato di Serie A Tim 2017/2018 dopo un mercato estivo folle e con alcuni colpi di scena, ma alcuni pronostici al momento sono stati rispettati, come ad esempio Napoli e Juventus in testa al campionato a punteggio pieno con l’Inter che sta iniziando a convincere anche alcuni scettici, soprattutto dopo la vittoria con la Roma all’Olimpico. Per il resto a questo punto della competizione inizia a deludere il Milan, tanto esaltato per gli acquisti in estate e per i tantissimi milioni spesi, che fino alla partita con la Lazio aveva affrontato tra preliminari di Europa League e campionato solo squadre obiettivamente inferiori, ma alla prima avversaria di un certo livello ha subito una netta sconfitta, a differenza dei cugini nerazzurri che spendendo molto meno si ritrovano al primo posto con le due maggiori pretendenti. C’è da sottolineare che anche la Juve finora ha incontrato squadre inferiori al suo potenziale, quindi bisognerebbe vederla contro una squadra con qualità tecniche maggiori, mentre il Napoli al momento ha affrontato solo l’Atalanta in quanto a buone squadre, la quale quest’anno partecipa all’Europa League dopo l’ottimo campionato della stagione precedente e con un allenatore come Gasperini in grado di tirare fuori il meglio da giovani di buona prospettiva (vedi Gagliardini, Conti, Caldara e Spinazzola). Altro discorso riguarda la Roma che ha stentato, ma portato a casa i tre punti con i bergamaschi per poi subire la sconfitta con l’Inter in casa, in attesa di recuperare la terza giornata con la Sampdoria rinviata per il maltempo, che ha colpito alcune zone d’Italia in questi giorni. La sorprese finora sono state la Lazio, priva di Keita andato al Monaco, ma con l’acquisto di Nani, che dopo lo 0-0 della prima giornata ha saputo reagire soprattutto con Ciro Immobile, autore in quest’ultima giornata di una tripletta e di un assist nel 4-1 al Milan di Montella, e la Spal, guidata da Borriello in attacco, che ha costretto proprio i biancocelesti al pareggio al primo incontro, ha battuto l’Udinese in uno spettacolare 3-2 e ha dovuto soccombere solo ai nerazzurri guidati da Icardi e Perisic, non senza creare qualche pericolo ad Handanovic.
Rimangono ancora un punto interrogativo squadre come Fiorentina, Genoa, Sampdoria e Udinese; è vero che i viola hanno reagito alla grande alle prime due sconfitte con cinque gol all’Hellas Verona, ma è altrettanto vero che ancora Pioli dovrà lavorare tantissimo su una squadra quasi nuova che ha mostrato tante lacune quando ha incontrato squadre con giocatori di un certo livello e che i veronesi non sono proprio l’avversario più temibile. Genoa, Sampdoria e Udinese hanno perso alcuni giocatori importanti nell’ultima sessione di mercato e si dovrà vedere se i rimpiazzi porteranno quantomeno agli stessi risultati, mentre il Torino è riuscito a trattenere Belotti, il gioiello della squadra, e ad inserire qualche innesto importante, ma ci sarà da vedere se come l’anno scorso i granata presenteranno le solite amnesie di gioco e di risultati dopo grandi prestazioni.
Per il Crotone non sarà semplice replicare la salvezza dell’anno scorso, ma i ragazzi di Nicola hanno già dimostrato che possono compiere il miracolo, cosa che sarà difficilissima per squadre come la neopromossa Benevento che finora ha subito solo sconfitte, mentre Chievo, Cagliari e Sassuolo potrebbero rimanere in Serie A più facilmente rispetto ai calabresi e ai campani, anche se i neroverdi hanno solo 1 punto al momento.
A questo punto del campionato di Serie A alcuni pronostici sono stati rispettati altri meno, il 20 maggio avremo il verdetto di una stagione che forse sarà più emozionante rispetto a quella precedente.

  •   
  •  
  •  
  •