Serie B, Cesena – Venezia 0-0. Primi tre punti rimandati per i veneti ancora a 0 gol

Pubblicato il autore: Marco Alessandri Segui


L’anno scorso il Venezia di Pippo Inzaghi ha chiuso il campionato con dieci punti di vantaggio sul Parma secondo e con la conquista della Coppa Italia di Serie C.
Oggi, dopo due giornate, la situazione si è capovolta. Gli emiliani, infatti, viaggiano a punteggio pieno dopo lo 0-1 conquistato a Novara grazie al gol di Calaiò, mentre i lagunari devono ancora trovare l’appuntamento con la prima vittoria (e il primo gol). Due 0 a 0 con Salernitana, prima, e, appunto, Cesena ieri sera.

In realtà, al “Manuzzi” gli Arancioneroverdi hanno avuto più di un’occasione per vincerla. Moreo, Falzerano, Zigoni e Marsura hanno solo flirtato con il gol, sbattendo a più riprese sull’estremo difensore bianconero Fulignati. In panchina, Inzaghi, uomo da 156 gol in Serie A e 70 in Champions League, si disperava a causa della troppa imprecisione dei suoi negli ultimi sedici metri. In particolare, l’ex numero 9 del Milan non ha voluto crederci quando, al 65′, Moreo ha girato sull fondo un perfetto cross di Falzerano. Gol che lui, Inzaghi, avrebbe fatto anche da bendato. Insomma, un punto per cui i lagunari possono recriminare visto le molte occasioni perse, ma per il quale possono ritenersi soddisfatti. Per la seconda partita di fila, infatti, la porta di Russo (oggi sostituto di Audero, convocato con l’under-21) è rimasta inviolate. Merito di una buona difesa, con il nuovo acquisto Andelkovic che si è messo in mostra al suo esordio in campionato.
Inzaghi dovrà ripartire da qui, dalla difesa, suo punto di forza anche nella trionfale passata stagione. E, magari, lavorando sulla freddezza dei suoi attaccanti sotto porta. Chi meglio di lui può riuscire nell’impresa?

  •   
  •  
  •  
  •