Serie B, il punto dopo la conclusione della 3^ giornata

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Il logo della Serie B 2017/2018

Si è chiuso ieri sera il terzo turno del campionato 2017/2018 della Serie B con il posticipo terminato 1-1 tra Cittadella e Perugia. La rete di Salvi al minuto numero 72 risponde al vantaggio degli ospiti con Alberto Cerri al 31′. Occasione sfumata per i Grifoni, che mancano l’aggancio in vetta alla classifica seppur in coabitazione con il Carpi, ancora a punteggio pieno dopo le tre vittorie ottenute contro Novara, Spezia e l’ultima contro la Salernitana, sempre con lo stesso risultato di 1-0. Il Cittadella ottiene un punticino prezioso dopo la sconfitta per 2-1 contro il Frosinone sul campo neutro di Avellino e la bella vittoria ottenuta contro l’Ascoli all’esordio.

Oltre al Cittadella, a 4 punti troviamo anche il Brescia di mister Boscaglia che al “Tardini” di Parma coglie un buon successo sotto il diluvio che ha reso il campo al limite della praticabilità: 0-1 il risultato finale grazie alla rete siglata da Ferrante al 60. Per il Parma arriva la prima battuta d’arresto dopo due vittorie consecutive ottenute contro la Cremonese alla prima giornata ed a Novara, entrambi successi per 1-0.
A pari punti con Brescia e Cittadella troviamo il Pescara di Zeman, il quale ha impostato anche quest’anno una squadra molto offensiva, trascurando forse troppo la fase difensiva. L’esempio palese è l’anticipo giocatosi venerdì sera allo stadio “Adriatico” contro il Frosinone; 3-0 il primo tempo con una strepitosa tripletta di Pettinari, 3-3 il risultato finale, che consente al boemo di guadagnare un punticino prezioso, anche in maniera fortunata dato che i Ciociari hanno colpito 4 legni e rischiato di andare in vantaggio segnando una rete poi annullata per un fuorigioco inesistente. Preoccupa la fase difensiva, dato che fatto salvo il 5-1 che ha inaugurato la Serie B 2017/2018 contro il Foggia, si sono viste preoccupanti lacune, emerse soprattutto a Perugia nel corso della seconda giornata, terminato 4-2. Il Frosinone, invece, sale al secondo posto insieme allo stesso Perugia, grazie alle due precedenti vittorie ottenute contro Cittadella e Pro Vercelli.

Poco sotto, ad 1 lunghezza dal tandem Frosinone e Perugia, troviamo oltre al già citato Parma, la Cremonese che coglie la seconda vittoria consecutiva, dopo il successo con l’Avellino in casa, battendo la Pro Vercelli sconfitta al “Piola” 4-1. Sempre a quota 6 lo stesso Avellino vincente in casa 5-1 sul Foggia di Stroppa.
Il Palermo pareggia in casa contro l’Empoli con un pirotecnico 3-3, raggiunto al 94′ da un rigore realizzato da Caputo che permette ai toscani di salire a quota 5 insieme agli stessi siciliani, dopo il successo per 3-2 ottenuto contro il Bari di Fabio Grosso. A pari punti con Empoli e Palermo, le due favorite per la vittoria della Serie B, ci sono anche la Ternana, che ha battuto il Cesena 1-0 in casa con la rete realizzata da Angiulli al 7′, dopo i due pareggi consecutivi nelle prime due giornate contro Empoli e Salernitana, ed il Venezia di Pippo Inzaghi che ha colto un successo che ai Lagunari mancava da 12 anni, ai danni del Bari. Le reti di Bentivoglio e Zigoni affondano i Galletti propositivi ma non incisivo, costretto alla seconda sconfitta consecutiva dopo il ko di Empoli, e dopo la illusoria vittoria ottenuta contro il Cesena.

Quindi 3 punti in classifica per i pugliesi insieme all’Ascoli, sconfitto 2-1 in rimonta contro il Novara dopo il successo contro la Pro Vercelli di settimana scorsa. La Salernitana rimane ferma a 2 punti ottenuti nei pareggi di Venezia e contro la Ternana nel turno precedente, ma la sconfitta di Carpi di sabato pomeriggio, ha già iniziato a far traballare la panchina di Bollini con patron Lotito che sarebbe già intenzionato a sostituirlo.
Ad un solo punto si trova il Cesena (ancora senza aver mai segnato) che ha ottenuto un solo pareggio, colto nella trasferta di Venezia, in coabitazione con Foggia ed Entella, che hanno impattato nel turno precedente. Le reti subite dal Foggia sono troppe, 11 in sole 3 giornate mentre dall’Entella ci si aspettava di più dopo la sorprendente stagione della Serie B 2016/2017.
Chiude la classifica la Pro Vercelli, con 0 punti, 1 rete segnata e ben 8 subite dopo 3 giornate. Mai in vantaggio la squadra di Grassadonia, già a rischio esonero, ha deluso molto fino al momento. Tutto è possibile in Serie B, ma le premesse sono deludenti per il club piemontese vincitore di 7 scudetti, ottenuti agli albori del calcio italiano.
Al momento sembrano non esserci favorite evidenti in Serie B, ma si vedrà col passare delle giornate se Palermo ed Empoli sono candidate reali per risalire immediatamente in A, anche se non sono da sottovalutare Frosinone e Carpi che si sono rinforzate molto durante la sessione estiva del calciomercato.

  •   
  •  
  •  
  •