Bayern Monaco Heynckes, il “vecchio” vincente che avanza: sarà lui a guidare i bavaresi

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Bayern Monaco Heynckes, sarà lui il nuovo allenatore dei bavaresi

Bocciati i vari Luis Enrique, Tuchel e Nagelsmann. Il Bayern Monaco, a meno di ulteriori sorprese dell’ultim’ora, ha scelto il suo nuovo allenatore e lo ha fatto decidendo di tornare al passato: sarà Jupp Heynckes a guidare la formazione bavarese almeno fino alla fine di questa stagione.

Bayern Monaco Heynckes, di nuovo insieme

Il post Carlo Ancelotti in Baviera è un tuffo nel passato con la società più gloriosa di Germania che ha deciso di puntare sull’allenatore protagonista indiscusso degli ultimi grandi successi internazionali del Bayern Monaco. Heynckes, 72 anni,  secondo le indiscrezioni riportate dalla Bild, tornerà alla guida della formazione bavarese per la quarta volta nella sua carriera da allenatore: una carriera che il tedesco aveva deciso di chiudere dopo la scelta della società di sostituirlo nel 2013 con Guardiola. All’epoca Heynckes si congedò dal Bayern Monaco portando la squadra alla conquista di un fantastico triplete: Bundesliga, Champions League e Coppa di Germania.
La società tedesca non sarebbe pienamente convinta dai profili esaminati dopo l’esonero di Ancelotti: ne Luis Enrique ne Tuchel “riscaldato” il cuore dei dirigenti tedeschi che alla fine hanno optato per una soluzione “interna”. Heynckes, infatti, conosce alla perfezione l’ambiente Bayern Monaco ed il suo profilo è stato ritenuto ideale per provare a normalizzare una situazione che in casa bavarese nelle ultime settimane è divenuta esplosiva. Per Heynckesa sarebbe pronto un incarico da traghettatore, fino alla fine della stagione quando probabilmente ancora una volta il 72enne allenatore dovrebbe lasciare la panchina del Bayern Monaco dando spazio ad un “giovane” che verrà scelto con calma, in questi mesi, dalla società tedesca. La scelta di richiamare Heynckes alla guida della squadra è legata anche alla considerazione di cui il tecnico gode da parte dei senatori della formazione tedesca, gli stessi che, stando alle ricostruzioni dei media, avrebbero “fatto fuori” Ancelotti. Altro aspetto importante è quello “culturale” e linguistico: Heynckes, che ha allenato anche il Real Madrid, conosce lo spagnolo e la conoscenza della lingua dei vari Vidal e James Rodriguez lo aiuterà adesso nel riavvicinare le due anime dello spogliatoio del Bayern, quella latina e quella tedesca, in conflitto negli ultimi tempi.

  •   
  •  
  •  
  •