Esclusiva SN – La modella Inés Trocchia: “Spalletti sta facendo un ottimo lavoro. Siamo più forti del Milan”

Pubblicato il autore: Giuseppe Segui

Inés Trocchia è una bellezza da copertina e la pin up italiana del momento. La modella campana, nata il 22 dicembre 1994 a Nola, ha iniziato il suo percorso nella moda a Napoli per poi trasferirsi a Milano all’etá di 19 anni. In questi anni ha posato per riviste italiane e straniere come Maxim, GQ, Panorama, Formen, FHM, Sports Illustrated ed è il volto di tantissime campagne pubblicitarie. Nel giugno 2017 ha fatto il suo esordio sulle reti di Sportitalia, affiancando Michele Criscitiello nella conduzione di Speciale Calciomercato.  A partire da agosto è presenza fissa di Rai Sport e cura una rubrica all’interno del programma Zona 11. Sui social ha manifestato la sua grande passione per l’Inter, squadra che non smette mai di seguire. Supernews le ha posto, in esclusiva,  alcune domande in una breve intervista:

Inès, sei una modella affermata e conosciuta in tutto il mondo; ultimamente ti abbiamo visto sulle reti di Sportitalia e Rai Sport. Come giudichi queste esperienze?
Sono molto contenta di aver partecipato alla conduzione di programmi calcistici. Spero che sia solo l’inizio di un percorso più ampio e in futuro mi piacerebbe ripetere queste esperienze.

Sei una super tifosa interista. Come giudichi l’inizio stagione  della squadra ?
Direi che sia stato un inizio davvero positivo. Spalletti sta facendo un ottimo lavoro e si vede che ha lavorato molto sulla testa dei giocatori. Il centrocampo sembra ancora un po’ sofferente ed è forse il reparto più debole della squadra. Mi auguro che Suning intervenga comprando un grande giocatore in quella zona del campo.

Alla ripresa del campionato c’è il derby Inter-Milan. Te la senti di fare un pronostico? Ti preoccupano i cugini milanisti?
Il Milan non sta giocando particolarmente bene. Ha speso parecchi soldi per giocatori importanti, ma fin’ora ha reso al di sotto delle aspettative . Per il derby sono abbastanza tranquilla, credo che siamo più forti dei cugini.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •