Serie B, l’esercito dei nazionali: sono ben 41 i convocati

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Molti sono del giudizio che non c’è Domenica senza la Serie A, proprio per questo le pause delle Nazionali non sono viste di buon occhio dalla maggior parte degli italiani che, non vedono l’ora che quest’ultime finiscano, per poter vedere i propri beniamini in campo. In realtà molti italiani nel ‘weekend delle nazionali’, ne approfittano per la pausa della Serie A per osservare e gustarsi l’imprevedibilità della Serie B.
L’ottava giornata di Serie B è ancora in corso e sta regalando come al solito spettacolo e risultati sorprendenti, come l’incredibile sconfitta casalinga del Perugia per mano della Pro Vercelli (1-5) e la vittoria del Cittadella in casa del Pescara per 2-1. Giornata molto interessante e imprevedibile anche se, molti talenti della serie cadetta italiana, non sono potuti scendere in campo poiché convocati dalla propria Nazionale. Infatti, sono ben 41 i calciatori della Serie B prestati alle rispettive nazionali, tra quelle maggiori ma anche quelle giovanili.

Incredibilmente le prime tre società di Serie B che hanno prestato più calciatori alle Nazionali, hanno tutte vinto nell’ottavo turno di campionato, convincendo e giocando un ottimo calcio. Una delle squadre più penalizzate dalle convocazioni delle Nazionali è certamente il Palermo che, nella sfida vinta per 2-1 contro il Parma, ha dovuto rinunciare oltre a Trajkovski, autore del goal del pareggio contro l’Italia, anche ad altri sei giocatori, alcuni fondamentali nello scacchiere tattico di Tedino come Cionek (Polonia), Struna (Slovenia), Trajkovski (Macedonia), Nestorovski (Macedonia), Jajalo (Bosnia), Chochev (Bulgaria) e Posavec (Croazia). Proprio alla vigilia della sfida del ‘Barbera’ si è parlato del discorso dei tanti assenti per i rosanero per via delle Nazionali e, il tecnico del Parma, D’Aversa,  si è così espresso: “Per risolvere la situazione bisogna fare in modo che il calendario di Serie B segua quello di A. Non solo al Palermo mancheranno dei nazionali, accade anche ad altre squadre come l’Empoli. Si tratta di una regola che non va volutamente contro una squadra: questa situazione c’è sempre stata e vale per tutti”.
La seconda squadra di Serie B che ha prestato più calciatori alle nazionali è l’Empoli, anch’esso uscito vittorioso dal match del Castellani contro il Foggia (3-1), che ha dovuto rinunciare a 6 calciatori: Veseli (Albania), Jakupovic (Austria), Krunic (Bosnia), Bennacer (Algeria), Picchi (Italia Under 20) e Simic (Croazia Under 21).
Il Bari che ha vinto in rimonta una partita complicata contro l’Avellino (2-1), ha dovuto rinunciare a quattro calciatori: Basha (Albania), Gyomber (Slovacchia), Capradossi (Italia Under 21) e Scalera (Italia Under 20). Ha dovuto rinunciare allo stesso numero di calciatori la Salernitana, bloccata in casa dall’Ascoli (0-0), nell’anticipo del Sabato sera: Radunovic (Serbia Under 21), Adamonis (Lituania Under 21), Kiyine (Marocco Under 23), Rossi (Italia Under 20).
Il Pescara di Zeman, caduto in casa contro il Cittadella (1-2), ha rinunciato a tre calciatori: Del Sole (Italia Under 20), Carraro (Italia Under 20), Capone (Italia Under 19).
Numerose sono le società che hanno prestato alle rispettive nazionali due tesserati, tra queste vi sono: Avellino (Radu e Marchizza), Ascoli (Favilli e De Santis), Cittadella (Varnier e Caccin), Novara (Dickmann e Castrovilli) e Pro Vercelli (Zaccagno e Ghiglione). Sono sei invece le società che hanno rinunciato a un proprio tesserato in questo ottavo turno di campionato: Spezia (Maggiore), Ternana (Plizzari), Perugia (Han), Venezia (Audero), Brescia (Ndoj) e Cesena (Panico).

 

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •