Serie A, weekend con Juve-Lazio, Roma-Napoli e Inter-Milan. Dati e statistiche dei big match

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui
serie a

serie a

Ritorna la Serie A nel weekend della prima metà del mese di ottobre, dopo la sosta per dare spazio alle Nazionali impegnate nei turni di qualificazione ai mondiali in Russia. La giornata numero 8 del campionato 2017/2018 offrirà tanto spettacolo e partite infuocate che coinvolgeranno le prime 6 squadre in classifica fino a questo momento e si aprirà domani alle 18 con Juventus-Lazio per terminare domenica sera con il derby della Madonnina numero 219 tra Inter e Milan. Nel mezzo anche un’altra sfida davvero importante tra la Roma di Di Francesco e il Napoli di Sarri.

Come già detto domani alle 18 scenderanno in campo la Juve e la Lazio e sarà una sorta di rivincita per gli uomini di Massimiliano Allegri che vogliono riscattare la sconfitta subita in Supercoppa Italiana dello scorso 13 agosto, quando gli aquilotti si sono imposti 3-2 allo Stadio Olimpico di Roma. Sarà una sfida molto interessante anche per il valore delle squadre che attualmente ricoprono il secondo ed il quarto posto in classifica, con la Juventus che è reduce dal pari di Bergamo subito in rimonta contro l’Atalanta mentre la Lazio di Simone Inzaghi, corteggiato anche dalla stessa società di Torino, ha alle proprie spalle due vittorie larghe contro il Verona per 3-0 e contro il Sassuolo, match nel quale i biancocelesti si sono imposti 6-1. Ciò che stupisce è la qualità del gioco che ha la squadra di Inzaghi e la voglia di stupire e questo sembrerebbe un anno in cui la Lazio potrebbe recitare un ruolo da protagonista. In Serie A il pareggio a Torino manca dal 17/11/2012 quando il risultato finale fu di 0-0, mentre la sconfitta interna della Juve manca addirittura dal campionato 2002/2003. L’ultimo Juventus-Lazio si è chiuso 2-0 ed è stato il match che ha segnato la svolta per i bianconeri con Allegri che ha rivoluzionato la formazione schierando per la prima volta il modulo 4-2-3-1 che poi diventerà il marchio di fabbrica di Madama nei mesi successivi.

Sempre sabato 13 ottobre andrà in scena allo stadio Olimpico di Roma un’altra sfida affascinante tra due squadre che con tutta probabilità saranno le protagoniste del campionato di Serie A fino al termine dell’annata, RomaNapoli. Padroni di casa che sono reduci da quattro vittorie consecutive, l’ultima di forza contro il Milan, con una partita da recuperare contro la Sampdoria, ed un quinto posto consolidato in classifica. Ma ciò che sorprende è un’identità di gioco che si fa sempre più marcata col passare delle giornate da parte della squadra di Eusebio Di Francesco, ed è un particolare che fa piacere ai tifosi giallorossi, scettici all’inizio riguardo le conoscenze del proprio allenatore. Il Napoli è primo in classifica con 7 vittorie su 7 match (mai accaduto nella storia dei partenopei) e con merito si trova a +2 sulla Juventus, grazie anche ad un gioco spumeggiante che la squadra di Sarri riesce ad interpretare alla grande. L’ultimo incontro tra Roma e Napoli, datato 4 marzo 2017 è stato vinto dai partenopei 1-2 mentre l’anno precedente, il 25 aprile 2016, la rete di Nainggolan ha di fatto consegnato lo scudetto alla Juventus che la sera prima aveva battuto la Fiorentina al Franchi e aspettava solo la vittoria dei giallorossi per poter festeggiare il tricolore. L’ultimo pareggio risale al 28 aprile 2012 (2-2). Sarà una partita che potrà dire se la Roma sarà candidata insieme al Napoli ed all’Inter a rientrare nella lotta scudetto contro la Juve.

L’ottava giornata di Serie A si concluderà domenica sera con il derby di Milano tra Inter e Milan. I nerazzurri sono al momento secondi alla pari con la Juve a 19 punti in classifica e reduci da due vittorie consecutive ottenute contro il Genoa e l’ultima contro il Benevento, che però non hanno del tutto convinto sul piano del gioco. Intanto il Milan naviga in acque agitate dopo due sconfitte consecutive rimediate contro la Sampdoria il 24 settembre e contro la Roma ad inizio ottobre ed un Vincenzo Montella che non riesce a lavorare bene a causa delle turbolenze della dirigenza che pare non gradire totalmente il lavoro da lui svolto in queste settimane. Inoltre la società se la deve vedere anche con le pesanti critiche piovute dai dirigenti di altre squadre che non approvano il lavoro di Fassone e Mirabelli. Per quanto riguarda il campo, in questo momento i rossoneri sono scivolati al sesto posto a pari punti con il Torino, ma il dato che preoccupa è che il Milan non segna ormai da più di 180′, l’ultima rete contro la SPAL il 20 settembre, e fare gol a questa Inter è tutt’altro che semplice, visto che Handanovic ha raccolto il pallone finito in fondo al sacco solamente 3 volte. L’ultimo Inter-Milan si è giocato a mezzogiorno nel sabato di Pasqua ed è finito 2-2 con i padroni di casa che si sono fatti rimontare a 10′ dal termine. Polemiche ad oltranza per il presunto recupero eccessivo che ha permesso al Milan di pareggiare. L’ultima vittoria “esterna” dei Diavoli risale al 14 novembre 2010, quando un rigore di Ibrahimovic ha permesso alla squadra di Allegri di volare in testa alla classifica nell’ultimo campionato di Serie A vinto dai rossoneri. Ci vorrebbe un capitolo a parte per parlare della storia del derby di Milano perché sono tante le partite memorabili, ma una delle più rappresentative è quella risalente all’11 maggio 2001 quando l’Inter è stata sconfitta clamorosamente 0-6

Quindi questo è il piatto ricco dell’ottava giornata di Serie A e saranno 3 partite spettacolari ed estremamente interessanti per scoprire quali sono i valori delle prime sei della classe, senza trascurare i match di domenica pomeriggio, che non avranno un grande prestigio ma saranno determinanti per quanto riguarda la lotta per non retrocedere e per l’Europa League.

  •   
  •  
  •  
  •