Bundesliga shock, licenziato il supervisore alla VAR Hellmut Krug

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Bundesliga shock, licenziato il supervisore alla VAR Hellmut Krug

 

LA VICENDA – In Germania, la VAR (acronimo di Video Assistant Referee) presenta uno strano “difetto di fabbrica“. Un problema che sembra essersi verificato solo nel corso di un partita, quella di sabato 28 ottobre tra Schalke 04 e Wolfsburg. E per risolvere la vertenza si è scelto di licenziare il responsabile della “moviola in campo” allo scopo di porvi rimedio. Una notizia che ha davvero dell’incredibile: infatti l’ex arbitro Hellmut Krug, direttore di gara di fama internazionale, è stato sollevato dal ruolo di supervisore della VAR per aver clamorosamente aiutato la sua squadra del cuore, lo Schalke 04 nella fattispecie, proprio in occasione del predetto match.

CRITICHE A GOGÒ –  In Bundesliga, la VAR finisce nell’occhio del ciclone: come se non bastassero le innumerevoli critiche, talvolta anche molto aspre, nei confronti del gioiellino tecnologico di ausilio agli arbitri, ritenuto dai più uno strumento inefficace e dannoso, arriva come doccia fredda anche questa triste vicenda che mette a repentaglio la regolarità del campionato tedesco.
Un aiutino di troppo alla sua squadra del cuore potrebbe costare a Krug non solo la sua credibilità, acquisita sul campo in quanto direttore di gara apprezzato e riconosciuto, ma al tempo stesso anche quella dell’intera classe arbitrale, nonché della stessa VAR.
A nulla sono valsi i tentativi di giustificazione del diretto interessato: i fatti parlano chiaro e giocano a sfavore. Krug, inequivocabilmente, avrebbe cambiato da supervisore due decisioni reputate dall’assistente video di diverso giudizio.

LE DIFFERENZE TRA LA VAR ITALIANA E LA VAR TEDESCA – Rispetto alla Serie A, la VAR in Germania funziona in maniera decisamente diversa. Mentre nel nostro Belpaese il supervisore VAR si trova all’interno dell’impianto sportivo in cui si disputa la gara, in Bundesliga invece le immagini vengono analizzate da un addetto che si trova nella sede centrale di Colonia, in cui vengono seguite contemporaneamente tutte le gare della giornata. Ed è proprio in quella sede che Krug, abusando del ruolo che ricopriva, avrebbe influito e allo stesso tempo corretto due decisioni dell’assistente video che erano sfavorevoli allo Schalke 04.

IL DESTINO DI KRUG – L’ormai ex supervisore alla VAR resterà comunque impegnato nella federazione tedesca, la quale gli ha assegnato un diverso incarico, quale consulente di analisi di contenuti e documentazione tecnica al fine della segnalazione alla commissione internazionale di controllo Ifab (acronimo di International Football Association Board), ossia l’organo internazionale che ha il potere di stabilire qualsiasi modifica ed innovazione delle regole del gioco del calcio a livello internazionale e nazionale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: