Delvecchio: “La Roma tornerà a vincere lo scudetto”

Pubblicato il autore: Carlo Servadei Segui


Un amore per la Roma mai finito quello di Marco Delvecchio. Come potrebbe? Lui, “l’uomo derby“, come lo chiamavano per i 9 goal totali segnati alla Lazio durante la sua carriera. L’ex giallorosso ha concesso un intervista alla Gazzetta dello Sport in cui ha parlato della Roma attuale, di Eusebio Di Francesco, dell’imminente derby e sulle possibilità che la Roma riesca di nuovo a vincere il tricolore.

Che sensazioni hai per il derby?
Sensazioni buone perché la Roma si avvicina all’incontro nel modo giusto. Stanno disputando un gran campionato e ammetto di essere stato scettico all’inizio ma Di Francesco mi ha stupito. Ora la squadra è più solida e 12 vittorie in trasferta non si fanno certo per caso.

Scudetto possibile per la Roma?
Secondo me si, lo scudetto con Di Francesco è possibile, sta facendo un grande lavoro. Questa Roma gioca bene, è in salute e subisce pochi gol (è la migliore difesa del campionato con soli 7 reti subite in 11 gare ) e subito solo due sconfitte . Tutti ovviamente parlano deliNapoli, della Juventus e dell’Inter ma dimenticano che c’è anche la Roma quest’anno che lotta per lo scudetto. I numeri parlano per la squadra che può dire tranquillamente la sua nella corsa al titolo.

Primo derby di Roma senza il Re Francesco Totti? Cosa ne pensi? Poteva andare a finire diversamente?
Da amico prima di Francesco e tifoso poi mi dispiace tantissimo. Avevo sperato, come tutti gli altri tifosi ovviamente che potesse giocare ancora per un altro anno ma così purtroppo non è stato. Non è stato facile nemmeno per lui durante quest’ultimo anno.
All’inizio aveva paura dopo l’addio/tributo che gli è stato riservato, poi dopo per fortuna si è tranquillizzato. Adesso fa parte della dirigenza della Roma e non poteva esser altrimenti. È una guida e gran figura all’interno della società che potrà solo fare bene. Il derby però lo guarderò da casa perché è una partita che mi emoziona troppo per essere allo stadio.

Tu a Roma sei stato l’uomo derby con ben 9 goal. Il tuo gol più bello?
Sono molto legato ai miei gol nel derby. Un gioia immensa e sono per me uno più bello dell’altro. Se devo scegliere uno in particolare, ce l’ho. Non è quello con la maglia ” segno sempre io” con Nesta a terra. No, quello che mi fa piangere è quello segnato il 29 Aprile del 2001 per il 2-0 contro Peruzzi in spaccata.

Ultimo pensiero sul derby? Chi segna?
Prima di tutto il derby basta che lo si vinca poi chi segna è indifferente, conta il risultato e per me può segnare benissimo anche il Portiere Alisson. Certo se devo avere una preferenza su chi possa segnare al derby ti dico Alessandro Florenzi che ha il mio stesso numero, il 24. È nato a Roma ed è Romanista, una fortuna che io non ho avuto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: