Higuain, l’Argentina lo snobba: Allegri si gode il Pipita ritrovato

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Higuain, Sampaoli continua ad ignorare il Pipita.
Cinque gol nelle ultime quattro partite con la Juventus non sono bastate a Gonzalo Higuain per meritarsi la convocazione con la nazionale argentina. Il c.t. Sampaoli non lo ha chiamato per le amichevole che l’Albiceleste giocherà nei prossimi giorni. Un dispiacere per Higuain, che tiene molto alla nazionale. Contento invece Massimiliano Allegri che lo avrà a disposizione per gli allenamenti a Vinovo per tutto il tempo della sosta di campionato. Un Higuain più che mai decisivo nelle ultime settimane. Dopo una partenza lenta il Pipita ha ritrovato un ottimo feeling con la rete. Non solo gol, perché l’ex Napoli si sacrifica molto per la squadra meritandosi i complimenti di allenatore e compagni. Spal, Milan, Sporting Lisbona e Benevento, tutte squadre che hanno dovuto pagare la tassa Higuain. Eppure tutto questo non basta a Sampaoli che continua a preferirgli Icardi e Benedetto. Scelta che avrà le sue motivazioni tecnico-tattiche, ma francamente poco comprensibile.

L‘Argentina, dopo aver visto le streghe, si è qualificata per i Mondiali di Russia. Anche nei match decisivi contro Perù ed Ecuador Sampaoli aveva rinunciato a Higuain. Una scelta che magari verrà rivista nell’approssimarsi dell’appuntamento iridato. Difficilmente si può pensare ad un’Argentina ai Mondiali senza Higuain. Sampaoli può contare su una straordinaria abbondanza di attaccanti. Oltre al Pipita c’è il ritorno a buoni livelli di Aguero, oltre che di Icardi e Dybala. Un bel scegliere senza dubbio, non dimenticando che il centro di gravità permanente dell’attacco argentino è sempre un certo Leo Messi.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Allegri: “Dobbiamo arrivare a marzo nelle migliori condizioni”

Higuain alle stelle, che succede a Dybala?

Se un argentino è tornato a sorridere, Higuain, un altro non riesce più a segnare. Paulo Dybala attraverso un momento decisamente cattivo di forma. Un gol, da fermo con la Spal, nell’ultimo mese e mezzo di campionato. Nessun gol segnato in stagione in Champions League, competizione in cui non segna dallo scorso aprile. Anche contro il Benevento l’ex Palermo non è riuscito ad andare a rete, fallendo anzi diverse occasioni. Allegri si augura che sia solo un momento passeggero. Dopo un avvio folgorante di stagione, i tanti elogi e la candidatura al Pallone d’Oro ora la Joya deve gestire questo momento di calo.

potrebbe interessarti ancheNapoli, sognare si può: Insigne, Ancelotti e il calendario per inseguire la Juventus

I rigori sbagliati, qualche insofferenza verso Allegri non hanno certamente influito positivamente sul rendimento di Dybala. Sembra quasi che lui e Higuain non riescano a vivere in simbiosi i loro momenti felici. A inizio stagione Paulo segnava e Gonzalo stentava. Ora la situazione si è completamente capovolta. Allegri si augura che presto i due entrino in piena sintonia. Dopo la sosta la Juventus dovrà affrontare due partite molto complicate. Prima la trasferta di campionato contro la Sampdoria e poi il match interno di Champions League contro il Barcellona. Due partite fondamentali per le ambizioni bianconere di questa stagione. La Juventus avrà bisogno del miglior Dybala, non della copia triste e sbiadita vista in queste ultime settimane.

notizie sul temaL’arbitro Mazzoleni accusato di essere un tifoso della Juventus: l’ex De Marco smentisce tuttoCalciomercato Juventus: Vidal, ritorno possibile in bianconero ?Gianluca Mancini, è duello Inter-Juve, ma lui ha già scelto
  •   
  •  
  •  
  •