Italia fuori dai Mondiali, è sempre colpa della Svezia: ecco i quattro precedenti

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Nella gara di ritorno dei play-off di ieri sera, si è materializzato tutto ciò che non avremmo voluto che si verificasse: la sentenza è una dura condanna nei confronti degli azzurri, un vero e proprio macigno. L’Italia fuori dai Mondiali così come sessant’anni fa, senza attenuanti, senza alcuna possibile via di fuga. E tutto questo per mano della Svezia, una Nazione e una squadra sempre presente nelle nostre ultime debacle a livello internazionale.

Italia fuori dai Mondiali, spuntano quattro precedenti con gli scandinavi protagonisti

Sarà presagio o pura coincidenza, ma gli svedesi in un modo o in un altro sono stati partecipi e talvolta protagonisti delle nostre disavventure tra Europei e Mondiali.

La triste storia ha inizio nel 1958, allorquando l’Italia per la prima volta nella sua giovane carriera è costretta a saltare un Mondiale, che guarda caso si terrà proprio in Svezia nel giugno dello stesso anno, perdendo drammaticamente a Belfast contro l’Irlanda del Nord. Era la Nazionale del commissario tecnico Alfredo Foni, un veterano del calcio, talvolta criticato per alcune discutibili scelte a livello tecnico/tattico. Tutte circostanze che portarono come ieri sera ad una triste realtà: per la prima volta l’Italia fuori dai Mondiali.

C’è ancora la Svezia sul nostro cammino, pronta a regalarci un’altra brutta sventura. Gli azzurri prendono parte alle qualificazioni per gli Europei del 1992, che si terranno anche stavolta in Svezia. Il gruppo 3 è composto da URSS, Norvegia, Cipro e Ungheria: sulla carta un girone abbordabile per la Nazionale di Azeglio Vicini e dei vari Zenga, Baresi, Bergomi, Maldini, Schillaci. L’Italia raccolse solo 3 vittorie, intervallate da 4 pareggi e dall’unica sconfitta di Oslo contro la Norvegia con il risultato di 2-1. Non bastò, passò la prima qualificata, ovvero l’URSS. Italia fuori dagli Europei stavolta.

Nell’Europeo del 2004 la Svezia stavolta agisce da vera e propria protagonista: l’Italia è inserita nel gruppo C insieme proprio alla Svezia, alla Danimarca e alla Bulgaria. Il cammino degli azzurri è incerto come non mai: due pareggi contro Danimarca e Svezia, rispettivamente per 0-0 e 1-1, le quali però si presenteranno all’ultima gara da capolista, avendo entrambe 4 punti in 2 partite, in virtù dei successi ottenuti contro la Bulgaria e i pareggi contro appunto l’Italia. Nell’ultima gara la Nazionale del c.t. Giovanni Trapattoni ottiene una sofferta vittoria contro i bulgari, ma vengono comunque eliminati falla competizione a causa del famoso “biscotto” Svezia-Danimarca che, forti della posizione in classifica e del sicuro passaggio del turno, decidono di non farsi male e pareggiano clamorosamente lao contesa con il risultato di 2-2. Anche stavolta l’Italia fuori dagli Europei, pur restando imbattuta, per minor numero di reti fatte.

La storia si è ripetuta nuovamente ieri sera sempre contro la Svezia, la quale ha assunto nuovamente le vesti di giustiziere dell’Italia.
Sarà forse che gli azzurri non meritavano in nessuna delle precedenti circostanze di passare il turno, fatto sta che con una precisione assoluta si verifica questo scempio con appunto gli scandinavi a giocare un ruolo importante.
Da ieri sera dobbiamo temere gli svedesi più di ogni altra nazionale, in quanto artefice delle nostre più cocenti delusioni sportive.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,