Italia, il disastro secondo Arrigo Sacchi: ecco le parole dell’ex ct

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui

L'ex c.t. e tecnico del Milan Arrigo Sacchi

Ieri sera si è consumata una tragedia sportiva non indifferente, poiché l’Italia ha interrotto definitivamente il suo percorso verso Russia 2018, dopo ben 60 anni che gli azzurri non mancano l’appuntamento con la massima competizione per Nazionali. Tra le diverse voci che hanno documentato questo dramma sportivo, si è aggiunta anche quella di Arrigo Sacchi, che a Premium Sport ha spiegato i motivi del fallimento: “Questa sconfitta non è arrivata improvvisamente, perché noi arriviamo da due Mondiali disastrosi.

Successivamente Sacchi si è concentrato sulla formazione schierata da Ventura: “La formazione giusta è figlia di tante valutazioni e diciamo che se mancano tutte queste componenti rischi di essere anche sfortunato. Insigne? Non èun giocatore che risolve le situazioni, nel calcio. L’Italia ha un problema culturale: consideriamo individuale quello che invece è uno sport di squadra“.

L’ex ct ha anche parlato dei fischi nei confronti di Gian Piero Ventura: “sono figli del risultato, perché si giudica anche quello, e non del lavoro: non si può mettere in discussione una lunga carriera che è stata di buon livello. Certo non di un livello eccelso. Cosa fare per ripartire? In queste situazioni si cerca sempre il capro espiatorio: ci mettiamo apposto la coscienza allontanando il singolo. Non è mai il singolo a determinare i risultati”.

Infine Sacchi ha parlato di Ancelotti, che risulta essere tra i candidati per sostituire Ventura: “E’ un grande, ma vogliamo aiutarlo? Allora dobbiamo fare molte cose diversamente da come le abbiamo fatte fino ad adesso”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: