Italia ripescata ai Mondiali? Il Regolamento FIFA lo consente: ecco la previsione normativa

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Italia

La cocente disfatta di ieri sera non ha fatto dormire sonni tranquilli ai tifosi e agli appassionati della Nazionale Italiana, che non riescono e non vogliono rassegnarsi al verdetto del campo. L’Italia purtroppo non parteciperà ai prossimo Mondiale di Russia, una eliminazione storica verificatasi una sola volta proprio sessant’anni fa.

Italia ripescata ai Mondiali? Il web impazzisce

Il mondo virtuale sembra impazzire all’assurda, ma non improbabile, ipotesi che vedrebbe clamorosamente l’Italia ripescata ai prossimi Campionati del Mondo. Una speranza alquanto remota, ma che tuttavia non sembra rassegnare chi ha da sempre sognato la Nazionale di Ventura, con tutte le défaillance mostrate anche ieri sera, partecipare alla massima competizione internazionale per Nazioni.

La soluzione possibile viene lasciata aperta dall’articolo 7 del regolamento ufficiale della FIFA che recita quanto segue: «Qualora un’associazione si ritiri o sia esclusa dalla gara, il comitato organizzatore della FIFA deciderà sulla questione a propria discrezione e prenderà qualsiasi azione ritenuta necessaria. Il comitato organizzatore della FIFA può in particolare decidere di sostituire l’associazione in questione con un’altra associazione».

La fattispecie in esame fa riferimento ad un caso alquanto raro ma non impossibile, nel quale sarà la FIFA a scegliere la squadra che potrebbe tornare in gioco, in virtù del potere discrezionale attribuitogli dalla previsione normativa e tutto questo a prescindere da classifiche, qualificazioni o ranking. Una ghiotta occasione per l’Italia che risulta essere di fatto la migliore Nazione tra quelle potenzialmente soggette a ripescaggio.

Ciononostante, sebbene un ritiro eventuale dal Mondiale appare un’ipotesi alquanto remota, ci sarebbe una chance che aprirebbe nuovi scenari: la probabile rinuncia di uno dei Paesi in cui la situazione politica e sociale sembra essere tutt’altro che tranquilla, a causa di guerre o pesanti questioni sociali. Vanno annoverate alcune Nazioni che stanno attraversando oggigiorno una situazione delicata: la Corea del Sud, la Nigeria, l’Iran, l’Arabia Saudita, il Senegal, l’Egitto.

Tuttavia ad alimentare le residue speranze di un assurdo ripescaggio dell’Italia (Ventura nel frattempo ancora non si è dimesso) vi sarebbe un precedente, unico e raro. Si tratta del caso della ormai ex Jugoslavia che, in occasione degli Europei del 1992 disputatisi manco a farlo apposta in Svezia, venne esclusa per l’avvento della guerra nei Balcani e al suo posto venne scelta la Danimarca, che divenne incredibilmente campione d’Europa, battendo nella Finale di Göteborg la Germania per 2-0 grazie alle reti di Jensen e Vilfort.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,