Italia-Svezia, Barzagli in lacrime: “Lasciare così è un colpo duro per me”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Italia

L’Italia è stata eliminata per mano della Svezia: per gli azzurri non ci sarà l’occasione di disputare i prossimi Mondiali di Russia 2018.
Negli spogliatoi degli azzurri si stanno vivendo ore frenetiche: Ventura sembra non intenzionato a presentarsi in conferenza stampa. Il primo azzurro a rilasciare dichiarazioni ufficiali, a parte le parole scambiate in campo da Buffon con i giornalisti di Rai Sport subito dopo la partita, è il difensore Andrea Barzagli.

potrebbe interessarti ancheItalia-Portogallo 3-2, azzurri avanti verso la semifinale degli Europei Under 19

 

potrebbe interessarti ancheEuropei Under 19, Zaniolo segna e Plizzari conserva: buona la prima per l’Italia (VIDEO)

Italia-Svezia, le parole dello juventino

Fortemente amareggiato e particolarmente emozionato, con la voce spezzata a volte dalle lacrime, Barzagli afferma: “Penso che calcisticamente sia la delusione più importante della vita. La Nazionale italiana ti dà sensazioni uniche, all’inno ti fa venire i brividi – continua il difensore – Crea amicizia tra tutti i tifosi italiani, crea unione. è un peccato finire così
Sui motivi della disfatta, Barzagli prova a dare una plausibile spiegazione: “Non so cosa sia successo, cosa sia mancato alla partita. So che siamo fuori dal mondiale – aggiunge l’azzurro – so che sto per lasciare questo gruppo“.
A chi gli chiede cosa abbia detto il commissario tecnico negli spogliatoi subito dopo la partita, il difensore chiarisce: “Con Ventura ci siamo un po’ parlati. Credo che ognuno ha le sue emozioni. Ora penso che è proprio dura parlarne“.
Andrea Barzagli è per la seconda volta in lacrime, prima l’eliminazione all’Europeo per mano della Germania, oggi invece per il mancato Mondiale: “Le lacrime dell’europeo erano qualcosa di sfogo, piuttosto per la tensione. Lasciare così è un colpo duro per me, per la mia carriera“.
Il difensore infine ha un pensiero per i suoi colleghi che analogamente hanno lasciato l’Italia per ovvi motivi di età: “Con Gigi Buffon e Daniele De Rossi abbiamo fatto quell’avventura del mondiale del 2006 – esordisce Barzagli -. Ma anche con tutti i ragazzi, è un dispiacere enorme”.
Sul futuro: “C’è un messaggio di speranza, ci deve essere. Si chiude un ciclo ma si riapre uno nuovo con giovani nuovi che hanno voglia“.

notizie sul temaSAO PAULO, BRAZIL - NOVEMBER 12: Sebastian Vettel of Germany driving the (5) Scuderia Ferrari SF70H on track during the Formula One Grand Prix of Brazil at Autodromo Jose Carlos Pace on November 12, 2017 in Sao Paulo, Brazil. (Photo by Clive Mason/Getty Images)Gp Heineken d’Italia: presentato il poster a Roma nella sede dell’Automobile Club d’ItaliaMondiali 2018, per il ranking Fifa la Croazia è la peggior finalista della storiaItalia, cosa fanno oggi i Campioni del Mondo a 12 anni dal trionfo
  •   
  •  
  •  
  •