Napoli-Manchester City 2-4: Insigne e Jorginho non bastano. Sintesi e pagelle del match

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui


Atmosfera fantastica al San Paolo. Pubblico delle grandi occasioni. Inno della Champions che suona nei cuori di tutti i tifosi partenopei. Il Napoli è pronto alla sfida con il Manchester City di Guardiola. Gli azzurri sanno che il passaggio del turno dipende molto da questa partita. I soli 3 punti nel girone F, visti anche i 6 dello Shakhtar, non ammettono errori.
Dopo la vigilia trascorsa tra sorrisi e complimenti da parte dei due allenatori, il campo sarà decisivo.

Napoli-Manchester City, la partita

Tutto è pronto, dopo il boato del pubblico di Napoli sulle note dell’inno della Champions è l’arbitro tedesco Felix Brych a dare inizio del match.
Avvio bellissimo della squadra di Sarri. Pressing alto e gioco di prima. Guardiola osserva e ordina ai suoi maggiore attenzione. Teme la velocità del gioco degli azzurri.
Primi minuti targati Napoli. Arrivano le prime occasioni per il Napoli, Mertens si affaccia dalle parti di Ederson senza però far male. Al minuto 21 ecco che si sblocca la gara: combinazione Insigne-Mertens-Insigne e gol capolavoro del “24” napoletano. Napoli-City 1-0. L’avvio azzurro è da applausi, gli uomini di Sarri non si fermano. Insigne gioca a tutto campo. Standing ovation per lui quando in posizione di terzino chiude un’azione pericolosa degli avversarsi.
Alla mezz’ora, colpo di scena in negativo per il Napoli: Ghoulam si fa male ed è costretto ad uscire. Dentro Maggio al suo posto con Hjsaj che si sposta sulla fascia opposta per lasciare la corsia destra al nuovo entrato. Pochi istanti dopo la sostituzione forzata arriva il pareggio degli inglesi. Inaspettato. Azione d’angolo del City, Otamendi stacca più in alto di tutti e trova il pareggio. 1-1 e il City che sembra rianimarsi improvvisamente. Un minuto più tardi ancora un difensore, e ancora un pericolo dalle parti di Reina. Colpo di testa di Stones e traversa piena. Il Napoli soffre. Ha risentito parecchio dell’uscita del suo terzino sinistro.
Il primo tempo si chiude in pareggio. Ad un inizio scoppiettante degli azzurri ha risposto un finale di primo tempo di grande forza per gli inglesi.

La ripresa inizia senza cambi. Purtroppo per il Napoli non cambia neppure la verve del City. Al minuto 48, ancora di testa, ancora Stones che questa volta aggiusta la mira e trova la rete del vantaggio. Napoli-City 1-2. Ci prova Lorenzo il Magnifico a trascinare i suoi. Prima con la classica giocata verso il taglio di Callejon, poi con un destro da fuori area che si stampa sul legno. Sfortunato il Napoli che avrebbe meritato di trovare la rete del pareggio.
2-2 che arriva lo stesso: Sanè atterra nettamente Albiol in area, Jorginho calcia dal dischetto e rimette la situazione in parità. Spettacolo al San Paolo. Le due squadre con il gioco più bello d’Europa si stanno affrontando in un match fantastico. Il San Paolo ci crede. Spinge i suoi verso la rete del vantaggio. Ci va molto vicino Callejon che deve arrendersi al riflesso di Ederson. Sembra il preludio al gol del Napoli, ma è il Manchester City a passare: contropiede inglese, Sanè velocissimo scappa via, la palla arriva ad Aguero che mette in rete. 2-3 City. Punito il Napoli nel suo momento migliore. La squadra di Guardiola conferma la media gol di tre reti a partita. Insigne, il migliore dei suoi, non si arrende. Altra giocata fenomenale a cambiare gioco. Ma nulla di fatto.
Girandola di cambi e il City che cerca il possesso palla per evitare di subire il pareggio. Il Napoli prova l’ultimo assalto ma è punita ancora in contropiede: De Bruyne vola via, vede e serve Sterling che in diagonale mette la parola fine sulla partita. Napoli-ManCity 2-4.

Con questa vittoria gli uomini di Guardiola passano agli ottavi. Insigne e compagni invece vedono le speranze di qualificazione ridotte. Il Napoli dovrà vincere le prossime due gare contro Shakhtar e Feyenoord e sperare che il City batta gli ucraini.

Napoli-Manchester City, le pagelle del match. Top Insigne, Flop la difesa

Brilla di luce propria Lorenzo Insigne. Voto 8. Lo scugnizzo napoletano non si arrende mai. Illumina il San Paolo con giocate di altissimo livello. Trova il gol che apre il match. Ultimo a gettare la spugna.
Sul banco degli imputati la difesa. Albiol e Koulibaly voto 5. Indecisi. Colpevoli. Il primo salva il risultato in una circostanza ma sul secondo gol ha delle responsabilità, il secondo è sempre in difficoltà e l’ammonizione subita gli farà saltare il match contro lo Shakhtar.
Male anche Hjsaj. Sua la colpa della prima rete subita. Sulle corsie esterne è sempre in difficoltà contro Sanè e Sterling. Voto 4.

Positiva la prova del City. Sterling e Sanè i migliori. Voto 7. Bene anche De Bruyne e Aguero. I centrali difensivi, seppur lenti e spesso in affanno risultano decisivi con le loro reti. Buona prova degli uomini di Guardiola

  •   
  •  
  •  
  •