Real Madrid, CR7 è in crisi di gol. Ma lui scommette: “sarò il Pichici della Liga”

Pubblicato il autore: Ivan Aiello Segui

Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro, meglio noto come Cristiano Ronaldo, meglio noto ancora con il brand CR7.
Uno dei calciatori più forti, prolifici e vincenti di tutti i tempi, super favorito per la conquista del suo quinto Pallone d’oro il prossimo 6 Dicembre, signore indiscusso della Champions, è, al momento, l’ultimo dei giocatori nella Liga e nei principali cinque campionati europei.
Se stessimo parlando del periodo poco felice in termini realizzativi di un altro attaccante, seppur famoso e titolato, probabilmente la notizia neanche avrebbe modo di esistere, ma quando di mezzo c’è lui ecco che numeri di questo genere balzano immediatamente agli occhi: una sola rete in Liga e una media tiri su gol del 2,22%.
Una partenza così negativa nella Liga non era mai accaduta al campione portoghese, protagonista fino a questo momento di un campionato nettamente al di sotto delle aspettative in cui è andato a segno in sette gare una sola volta contro il Getafe (in cui mise a segno il 2-1 per la vittoria delle “merengues”) ed è ormai a secco da già tre giornate.

Ma Cristiano Ronaldo non conosce neanche il significato della parola crisi e per lui fare gol è un’attività innata, un gesto semplice e naturale come lo stesso respirare.
Prova ne è, secondo un’indiscrezione della stampa spagnola, la scommessa che CR7 avrebbe fatto con i suoi compagni di squadra dopo la partita contro il Las Palmas del 5 Novembre (vinta per 3 a 0 dai “Blancos” di Zinedine Zidane con le reti di Casemiro, Asensio e Isco) in cui ha assicurato che a fine stagione sarà proprio lui il miglior marcatore del campionato spagnolo.

Non ci sarebbe affatto nulla di strano nel vedere Cristiano Ronaldo “Pichici” della Liga, anzi (Messi permettendo) sarebbe praticamente la normalità, se solo non fosse che al momento la vetta è distante ben 11 reti. Sono infatti 12 le reti messe a segno da Lionel Messi che guida la classifica, seguito a 9 reti dal nostro connazionale Simone Zaza (fresco di convocazione in Nazionale per la doppia sfida contro la Svezia da parte del CT Ventura) che sta disputando un ottimo campionato con il Valencia.
Nonostante quindi i numeri (forse per la prima nella sua carriera) non siano proprio confortanti, Cristiano Ronaldo dimostra sicurezza e fiducia e si dice assolutamente sereno del suo rendimento.

La scommessa fatta con i compagni dopo la partita con il Las Palmas sarebbe l’ulteriore conferma della sua assoluta tranquillità e a chi gli fa notare il periodo negativo lui risponde così: “Ormai non conta più niente fare un’ottima prestazione. Tutto quello che conta sono i gol, le statistiche sono tutte lì. Non parlo di queste cose, basta scrivere su Google ‘Cristiano Ronaldo gol’ ed esce tutto. Non sono preoccupato per niente”.

Tuttavia, c’è da dire che il periodo poco felice di CR7 nella Liga riflette il rendimento non proprio brillante dell’intera formazione guidata da Zidane che si ritrova a -8 dal Barcellona avendo già rimediato 2 sconfitte e 2 pareggi (nell’intera scorsa stagione furono soltanto 9 le partite senza risultato pieno).

Tutt’altro discorso invece in Champions League dove il suo rendimento resta come sempre mostruoso: 6 reti in 4 partite, 2 doppiette nelle prime due gare e media gol da 1,5 a partita.

  •   
  •  
  •  
  •