Boxing Day, il regalo che la Premier League fa al mondo.

Pubblicato il autore: Giovanni Smaldone Segui


Per gli italiani appassionati di calcio (il 90% della popolazione) le feste natalizie sono sempre state viste come un lunghissimo supplizio. Una tristissima attesa che andava dal penultimo weekend di dicembre fino alla befana. 15 giorni lunghissimi fatti di cibo, regali ma ZERO calcio. L’unica speranza verso cui rivolgersi era caratterizzata dal 26 dicembre, giorno del Boxing Day. Fortunatamente quest’anno i vertici del calcio italiano sono rinsaviti e sono riusciti ad organizzare un turno di campionato negli ultimi due giorni dell’anno; ma il fascino del Boxing Day in Inghilterra rimane, anzi ogni anno acquista sempre di più.

Boxing Day significa letteralmente “giorno della scatola” e sta a rappresentare la scatola che nel passato veniva riempita di cibo e di regali dai proprietari terrieri prima e dai proprietari di fabbriche poi, e donata ai dipendenti, insieme a un giorno di libertà da passare in famiglia, per ringraziarli del lavoro che avevano svolto nel corso dell’anno.
Oggi, oltre a rappresentare l’inizio dei saldi nel mondo anglosassone, il Boxing Day è un giorno dedicato allo sport; dal calcio al rugby passando per le corse dei cavalli fino al cricket. Insomma ogni Inglese ha tutto l’occorrente per passare meravigliosamente le sue feste natalizie.

Nel calcio il Boxing Day praticamente ha inizio con la prima partita ufficiale di calcio mai giocata. Era il 1860, il 26 Dicembre appunto, e si affrontavano i due club calcistici più vecchi del mondo; lo Sheffield FC e l’Hallam FC nell’allora First Division.

Storica immagine della squadra dell’Hallam, protagonista del primo Boxing Day del 1860

Sono passati quasi 200 anni e la tradizione di giocare il 26 Dicembre non è mai passata. Nemmeno le televisioni con i propri interessi e soprattutto con i propri milioni, sono riuscite a cambiare questo giorno di calcio. Anzi sono state loro ad adattarsi e a sfruttare questa opportunità diffondendo le partite di questo giorno di festa in tutto il mondo. Infatti si gioca il 26 Dicembre indipendentemente da quale sia il giorno della settimana.

Che invidia che provo per un tifoso inglese che può sedersi a tavola con la famiglia ad ora di pranzo e rialzarsi alle 8 passate avendo visto quasi 7 ore di calcio senza sosta, mangiando e bevendo in compagnia dei propri cari. 
Il Boxing Day calcistico è sempre stato caratterizzato da tantissimo spettacolo, goal ed emozioni. Come dimenticare quello del 1963 con ben 66 goal segnati; oppure partite memorabili come Chelsea – Aston Villa del 2007 finita 4 a 4 dopo 3 espulsi e due rigori, oppure un Bolton – Newcastle 4 a 3 del 2002 con in goal Alan Shearer.    
Effettivamente il Boxing Day è un regalo che la Premier League fa al mondo intero. Ormai in qualsiasi parte del globo gli appassionati di calcio aspettano questo giorno per sedersi in poltrona e godersi lo spettacolo, indipendentemente dalla simpatia per una o l’altra squadra.
Ma non dovrebbe essere proprio questo il calcio? Un regalo per gli appassionati, condito dagli sfottò per gli avversari ma solo ed esclusivamente uno spettacolo?

Per chi fosse interessato da non perdersi il palinsesto di oggi su Sky Sport 1 e Sky Sport 3.
Si comincia con:
Totthenam – Southampton alle 13:30
A seguire alle ore 16:00:
Bournemouth – West Ham  
Chelsea – Brighton & Hove Albion 
Huddersield – Stoke City 
Manchester United – Burley
Watford – Leicester
WBA – Everton
Si chiude ad Anfield Road con Liverpool – Swansea alle 18.30

Buon calcio a tutti, Buone feste e soprattutto buon Boxing Day.

  •   
  •  
  •  
  •