Coppa Italia, in Udinese-Perugia siglate 11 reti, ma non è la prima volta: ecco la partita della competizione con più reti segnate

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

coppa italia
L’Udinese ha battuto il Perugia per 8-3 nell’incontro valido per i sedicesimi di finale di Coppa Italia: agli ottavi i friulani di mister Massimo Oddo affronteranno il Napoli in gara unica.
Alla Dacia Arena sono state siglate ben 11 reti, score piuttosto raro di questi tempi, con il bianconero Maxi Lopez che ne ha siglato quattro, assicurando all’Udinese la prima vittoria della gestione del neo tecnico, ex Campione del Mondo del 2006.
Tuttavia la sfida di ieri pomeriggio non risulta essere la partita con il maggior numero di reti siglate in Coppa Italia: vi sono altri precedenti storici che lo dimostrano, con risultati davvero inusuali per una sfida di calcio.

Coppa Italia, ecco la partita della competizione con più reti segnate

Era il 6 gennaio 1927, si giocava il secondo turno di Coppa Italia. L’Alessandria ospitava il Bologna: andò di scena una gara senza storia, con i piemontesi che sommersero di gol gli emiliani. Finì con un sonoro 17-2, in virtù delle otto reti siglate da Cattaneo, delle sei di Banchero, della doppietta di Ferrari e del gol di Viviano. La peculiarità della competizione, alla sua seconda edizione, è data dall’interruzione in questa fase a causa dell’impossibilità di trovare date disponibili per continuare a giocare. La Coppa Italia nella stagione 1926/1927 non ebbe né vincitori né vinti: si ricorderà solo di una gara che resterà nella storia per un numero esorbitante di gol segnati.

Tuttavia non bisogna per forza andare a ritroso di circa novant’anni per trovare una gara di Coppa Italia più prolifica: un esempio recente abbastanza incalzante è senza dubbio la gara tra Cittadella e Potenza della stagione 2015/2016. I veneti ospitano al Tombolato i lucani, che in quell’anno militavano nel girone H della Serie D: sfida senza storia con la squadra di casa che superò i potentini, scesi in campo con la formazione juniores, con un netto 15-0, con quattro reti di Bizzotto, tripletta di Coralli, doppiette di Paolucci, Pascali e Bobb e reti di Iori e Minesso.

Comunque ci fu un altro 15-0, sempre nell’edizione 1926/1927: trattasi della gara tra Juventus e Cento, finita con l’analogo risultato. Ciononostante, considerato che in quella stagione la competizione non venne ultimata per i motivi su esposti, non vale la pena prendere in esame anche tale dato statistico.

  •   
  •  
  •  
  •