David Mounard a SN: “La finale contro l’Avellino vorrei rigiocarla. Il Foggia andrà lontano”

Pubblicato il autore: Teo Carlucci Segui


David Mounard
e il Foggia, un legame indissolubile. Il calciatore francese che attualmente milita in Serie D, è rimasto legatissimo ai colori rossoneri. SuperNews lo ha intervistato sul passato e il presente foggiano. Ecco le sue dichiarazioni.

Buongiorno David, sei stato per ben 4 anni a Foggia, che ricordo hai di questa esperienza?
“In 4 anni a Foggia sono stato benissimo, peccato essere andato via controvoglia. Foggia è casa mia, ho tanti amici, mia moglie e la mia prima figli sono nate a Foggia.”

Nella prima stagione in rossonero sei arrivato in doppia cifra, quanto è stato gratificante?
“Ho fatto una grandissima stagione, primo anno in Italia e dimostrare subito il mio valore è stato eccezionale grazie anche alla gente che mi dava stimoli impressionanti… la maglia era cucita addosso e mi riusciva tutto.”

Dopo la finale dei play off persa contro l’Avellino, qual è stato il tuo primo pensiero?
“Perdere così, senza entrare,  perché l’allenatore aveva paura mi ha distrutto. Era il mio sogno ed è diventato un incubo”

Dopo 19 anni, il Foggia è riuscito a tornare in Serie B. Dove può arrivare?
“Credo che con questa società andrà lontano, sono molto fiducioso.”

Qual è la partita che ti porti dentro e che vorresti rigiocare?
“Sicuramente la finale contro l’Avellino. La vorrei semplicemente giocare, secondo me sarebbe cambiato qualcosa.”

Cosa hai in mente di fare una volta appesi gli scarpini al chiodo?
“Voglio restare nel mondo del calcio, adesso è ancora presto. Fino a quando sto bene continuo a giocare.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: