Donnarumma, con la Fiorentina la 100esima presenza con la maglia del Milan

Pubblicato il autore: Adriana Zuccarini Segui

Si è conclusa da poco la sfida fra Fiorentina e Milan. I rossoneri sono riusciti a pareggiare dopo la rete di Giovanni Simeone: a segnare Hakan Calhanoglu con il suo secondo gol in Serie A. Protagonista Gianluigi Donnarumma con una serie di importanti parate, e non solo.
Quella di oggi, per Gigio è stata una partita speciale. Quella contro la Fiorentina, infatti, è stasta la 100° presenza per il numero 99 con la maglia rossonera, entrando così nella storia: il portiere diventa uno dei più giovani calciatori ad aver raggiunto quota cento nella storia del club. Davvero un super primato, per un calciatore che ha raggiunto la prima squadra soltanto dall’ottobre del 2015. Nelle 99 partite disputate fino ad ora, il portiere rossonero ha incassato 109 gol, 313 parate effettuate.
“Un bellissimo traguardo, lo festeggerò con tutta la squadra. Sono orgoglioso“  ha commentato nell’intervista subito dopo la partita.

Gigio è tornato oggi in porta al Franchi contro la Fiorentina, dopo aver saltato il derby per infortunio dovuto ad un’infiammazione all’inguine, lasciando spazio al fratello Antonio, che ben aveva figurato nel derby di Coppa Italia. Almeno tre gli interventi decisivi di Gigio in questa gara, analizzando la partita ha detto: “C’è stata una bella reazione dopo il gol preso. La parata più difficile di questa sfida? Sicuramente l’uscita su Simeone, però ringrazio tutta la squadra perché in un momento difficile è sempre stata con me.”.
Nel corso della conferenza stampa di ieri, Rino Gattuso aveva comunque esternato la sua preoccupazione per la condizione atletica della squadra, reduce da un estenuante derby di Coppa Italia.

L’obiettivo di quest’oggi era di festeggiare con una vittoria, in modo da concludere un 2017 ricco di soddisfazioni, anche se, soprattutto in estate, ci sono state tante polemiche relative al suo futuro.Abbiamo visto oggi un Donnarumma determinato, che ha riscattato le incertezze avute con l’Atalanta in occasione del gol di Bryan Cristante: il Milan, se vuole risalire in classifica, ha bisogno delle sue parate e delle sue prodezze, che hanno consentito alla squadra rossonera l’anno scorso di arrivare in Europa League e di conquistare la Supercoppa Italia contro la Juventus a Doha.

Su suo fratello Antonio Donnarumma, autore di un’ottima prestazione nel derby di mercoledì: “Sono orgoglioso di lui, si è fatto trovare pronto“.
Anche il padre dei Donnarumma si è espresso a riguardo. Ad intervistarlo è stato ‘Repubblica’ a cui ha risposto così:
“È una grande soddisfazione anche perché c’era tanta amarezza per come siamo stati trattati sul piano umano. Fanno male certi giudizi, soprattutto quando provengono non da tifosi, ma da persone di spessore del mondo del calcio. Io sono stato sempre tranquillo, non ho mai avuto dubbi sulle qualità di Antonio. Ha avuto una carriera difficile, ma ho sempre saputo che era bravo. Dopo la gara ci siamo sentiti, era felicissimo”.

Infine, sul suo futuro ha esordito dicendo: “Ho quattro anni di contratto, sto bene qui“.
Il contratto infatti è in scadenza nel giugno del 2021 dovrebbe consentire a Gigio di poter raggiungere altri traguardi con la maglia del Milan. Ma come dimostrato dalle ultime polemiche tra la dirigenza ed il procuratore Mino Raiola riguardanti il suo futuro è tutt’altro che scritto e verrà sicuramente ridiscusso la prossima estate.

  •   
  •  
  •  
  •