Inter, Moratti ci crede: “Siamo da scudetto. Spalletti come Mourinho”

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui



Inter
prima in classifica. Squadra ritrovata rispetto alle ultime stagioni e un mister, Luciano Spalletti, che ha riportato una mentalità vincente nella testa di ciascun giocatore. Trascinati da Icardi e Perisic sul campo e dall’allenatore di Certaldo in panchina, i nerazzurri vivono delle settimane uniche grazie alle prestazioni in campionato e ai risultati ottenuti.
L’ambiente interista è decisamente su di giri, ma consapevole che occorre continuare a tenere un basso profilo per poi tirare le somme a fine stagione. I tifosi, che quest’annata stanno letteralmente invadendo San Siro per le partite casalinghe, hanno ritrovato il brio delle stagioni migliori e supportano costantemente i giocatori che ripagano sul campo la loro fiducia.

A soffermarsi sull’ottimo momento dell’Inter è un tifoso d’eccellenza. A margine della sfida contro la Juventus, è infatti l’ex patron Massimo Moratti a parlare del momento nerazzurro e delle possibili sorprese che la stagione può riservare: “Al di là del fatto che l’Inter parte sempre per vincere lo scudetto, mi sembra che in questo caso ci siano le basi sulle quali lavorare sopra e pensare che è possibile“. Galvanizzato e felice per l’ultima sfida vinta per 5-0 da Icardi e compagni, Moratti si lascia andare e sfata dunque la parola scudetto, e continua facendo i complimenti per il gran lavoro del tecnico Spalletti paragonandolo ad un altro grande allenatore che ha scritto la storia dell’Inter, José Mourinho: “Spalletti entra nella testa dei giocatori come faceva il portoghese. E concretizza la fiducia reciproca, che poi si propaga e rende più tranquillo tutto l’ambiente“.

Poi, un pensiero anche al capitano Mauro Icardi, bomber assoluto con 16 reti in 15 partite ma anche tanto gioco e corsa al servizio della squadra: “Mauro ha sempre avuto visione di gioco, solo che ora la mette anche in pratica. Si sbatte come un matto e gli resta anche il fiato per fare i gol“. Sulle voci di mercato e sulla clausola per l’argentino che andrebbe alzata, Moratti non si sbottona troppo ma si lascia andare ad un eloquente “Penso che vada alzata”. L’ex presidente è dunque fiducioso e crede fermamente nella possibilità di raggiungere il titolo. Parole che caricheranno di sicuro tutto l’ambiente in vista dell’importantissima sfida scudetto di sabato contro la Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •