Inter, Spalletti esalta i suoi in vista della Juventus: “La squadra si allena in maniera perfetta”

Pubblicato il autore: Lorenzo Solombrino Segui

strepitoso spalletti
Manca sempre meno al Derby d’Italia. Una partita da sempre molto sentita da ambo le parti, ma quest’anno in maniera particolare. Il motivo è il grande campionato dell’Inter che dopo quindici partite la vede guidare la classifica da imbattuta. Proprio in occasione del match di sabato sera all’Allianz Stadium si troverà di fronte ad una ghiotta chance di provare a staccare la Juventus che rimarrebbe a meno cinque punti.
Il tecnico meneghino Luciano Spalletti, in occasione di un evento per i clienti Corporate Hospitality all’hotel Gallia ha rilasciato importanti dichiarazioni con il fine di caricare i suoi ragazzi. Si espone in questo modo sul modo in cui debba essere preparato l’incontro, approfittandone per elogiare le mentalità e l’abnegazione dei suoi giocatori: “Non capisco il motivo per il quale la mia squadra dovrebbe prepararsi per una gara diversa. Loro stanno facendo le cose nel modo corretto, allenandosi già da un po’ di tempo in maniera ottima e io credo che sia proprio questa la cosa fondamentale per farsi trovare pronti. Credo ancora che se ti prepari per tutta la settimana,  la domenica poi sei pronto a fare bene, altrimenti il tutto diventa più complicato. Noi ci stiamo preparando”.
Una delle tante componenti che stanno portando l’Inter a macinare punti su punti è l’ottimo rapporto che l’allenatore toscano ha instaurato con tutto l’ambiente. Ne è testimonianza questo pensiero che ha rivolto ai tifosi presenti alla serata: “In mezzo a gente come voi, io mi sento sul divano di casa”.
L’altro ospite interista dell’evento è il centrale brasiliano Joao Miranda. L’ex tecnico della Roma ha speso belle parole anche nei suoi confronti, definendolo un vero trascinatore: “Joao è il vero leader della squadra. Sta bene in mezzo al gruppo, fa quello normale con tutti gli altri, ma quando c’è una situazione decisiva prende in mano i compagni esce fuori e dice… questa la risolvo io“.
Infine indica lo spirito di gruppo come chiave del successo della sua squadra: “Il merito di questo inizio importante è da attribuire solo ai calciatori. La palla  va, devi prendere quella, e a quello ci pensano loro. Io vorrei pensare a coinvolgere e non a gestire. Per esempio anche domenica chi ha giocato si è sentito a proprio agio con i tifosi al proprio fianco, che lo hanno coinvolto per tutta la partita“.

  •   
  •  
  •  
  •