Valentino Rossi si propone a Spalletti e all’Inter: “Sono una buona ala sinistra”

Pubblicato il autore: Gab46 Segui


Valentino Rossi Domenica 3 Dicembre, dopo l’ottima prestazione che lo ha visto protagonista al Monza Rally Show,in collegamento con Sky Calcio Show è stato autore di un simpaticissimo siparietto che lo ha visto protagonista con mister Spalletti. I due dopo la fantastica vittoria dell’Inter ai danni del Chievo, una manita che porta il nome di Perisic (autore della sua prima tripletta in nerazzuro), l’immancabile Icardi e Skriniar, la quale ha consentito alla squadra di Spalletti di conquistare il primato in classifica ai danni del Napoli, si sono scambiati qualche battuta con cui  Valentino Rossi (noto tifoso dell’Inter) si è proposto al mister come ala sinistra affermando :’ Mister, se ha bisogno io sono pronto, posso giocare, sono una buona ala sinistra“. Spalletti conscio che in squadra ha un fenomeno di nome Perisic, fresco autore di una tripletta, ha risposto :” Purtroppo su quella fascia c’è Perisic, ti conviene sterzare da qualche altra parte”. Aggungendo:”comunque ti aspettiamo ad Appiano, per spiegarci il segreto dei tuoi sorpassi”.

Terminato lo scambio di battute con Spalletti il pilota Yamaha ha continuato in  merito alla vittoria nerazzurra dicendo:”Sono molto contento che l’Inter abbia vinto e che sia prima in classifica . Ho sempre avuto fiducia in questa squadra negli ultimi due anni, abbiamo giocatori forti, poi ho molta fiducia in Spalletti, penso che possa portare l’Inter ad alti livelli, ma non mi aspettavo che potesse fare così bene. Sono molto contento per i miei amici juventini – ha poi scherzato – quando ci avevano sorpassato in classifica ci prendevano tutti in giro, e invece adesso siamo riusciti a risorpassarli. Magari riuscirò anche ad andare allo stadio per Juventus-Inter”. 

Non poteva mancare poi una domanda sul fresco successo ottenuto da Rossi al Monza Rally Show, il quale gli è valso il primato nell’albo d’oro della manifestazione con sei successi all’attivo, alla quale Valentino ha risposto:”È stato il rally più combattuto di sempre, la mia vittoria più bella qui, ci sono stati molti colpi di scena, ma alla fine siamo riusciti a vincere. Adesso lavoreremo al Ranch e poi mi godrò un po’ le ferie. Il primo di Febbraio si ricomincia con i test della MotoGp”.

Non sono mancati infatti colpi di scena e polemiche in questo rally, su tutti a suscitare scalpore è stata la penalità di 10 secondi inflitta a Valentino Rossi e Tony Cairoli per aver trovato le loro vetture sottopeso di 7kg. La discussione si è incentrata sul fatto che i piloti e i rispettivi team (principale indiziato nel caso di Valentino Rossi, visto che i 7kg mancanti erano da attribuire alla rimozione della batteria dei fari per le prove diurne) invece che essere penalizzati, dovevano essere squalificati dal momento che (nonostante la presunta buona fede di tutti gli implicati) questa è solitamente la prassi seguita dai commissari sportivi. Se così non fosse, come accaduto ieri, il rischio per il Giudice Sportivo sarebbe quello di accusa per frode sportiva con relativo deferimento. Nonostante ciò Rossi con la sua Fiesta WRC è riuscito, grazie alle sue ormai note doti, a recuperare lo svantaggio accusato per via della penalità, affrontando le ultime due prove speciali partendo dalla terza posizione, dietro Bonanoni e la coppia Neuville-Mikkelsen. Insomma che questo serva da lezione per le prossime edizioni del Monza Rally Show, ci sono delle regole e le stesse vanno rispettate, altrimenti questa manifestazione rischierebbe di perdere in credibilità.

  •   
  •  
  •  
  •