Cagliari-Milan: la doppietta di Kessie ribalta il vantaggio di Barella.

Pubblicato il autore: Pio.Maggio Segui

Nonostante le raffiche di vento avessero fatto temere un rinvio della partita, Cagliari-Milan è andata regolarmente in scena e ha visto la seconda vittoria consecutiva – la prima in trasferta – degli uomini di Gattuso. Successo importante per i rossoneri che superano l’Atalanta e si issano al 7 posto in classifica a soli due punti dalla Sampdoria (con una partita in meno), in piena zona Europa League. Le formazioni della vigilia non vengono disattese, Lopez si affida al 3-5-2 e sceglie Sau come compagno di reparto di Pavoletti. Gattuso affida la fascia destra a Calabria e affianca Calhanoglu a Suso in supporto di Kalinic. L’inizio della partita è tutto appannaggio dei sardi che si mostrano subito reattivi e aggressivi, mettendo in crisi Bonucci e compagni. Il forte vento sembra spingere i rossoblù verso il vantaggio che puntuale arriva al 8′ del primo tempo: Barella scherza Calabria, si accentra e fa partire un destro a giro che sorprende, un colpevole, Donnarumma. Il vantaggio accende il pubblico del Sardegna Arena ma sveglia anche il Milan, che inizia a mostrarsi più attivo. Al 19’termina la partita di Marco Sau costretto ad uscire per un problema muscolare, al suo posto entra Farias. Kessie fa le prove generali per il suo grande pomeriggio, facendo partire un sinistro dai 20 metri, disinnescato perfettamente da Cragno. Il portiere cagliaritano si ripete poco dopo su Kalinic. Anche il Cagliari ha l’occasione di andare in gol, capita sui piedi del neo entrato Farias che calcia addosso a Donnarumma. La partita è frizzante e sembra possa succedere di tutto, le due squadre si affrontano senza timore. Al 36′ arriva la svolta: Kessie alza un pallone che Bonaventura tocca verso Kalinic, il quale viene abbattuto da Ceppitelli, per l’arbitro Guida non ci sono dubbi è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta l’ex atalantino che spiazza Cragno e fissa il risultato sull’1-1. Il pareggio non accontenta il diavolo che continua a spingere, al 41′ Calabria prova la conclusione che sporcata arriva all’attaccante croato, bravo a proteggere e ad appoggiare per Kessie che in corsa insacca alle spalle di Cragno. L’ivoriano in 5 minuti ribalta la situazione  con una doppietta. La ripresa vede un inizio veemente del Cagliari pericolosa con un paio di mischie davanti al numero 99 rossonero, ma l’occasione più pericolosa capita a Jack Bonaventura che dalla distanza fa partire una conclusione insidiosa che chiama al super intervento il portiere cagliaritano, sicuramente il migliore tra gli uomini di Lopez. I pericoli per Gattuso, scatenato in panchina, provengono dalla sinistra dove Rodriguez è vittima della scorribande di Faragò, che costringono il terzino svizzero alle maniere dure che gli costano un doppio giallo. L’inferiorità numerica dura una manciata di minuti, a rimettere le cose in pari ci pensa Barella con un fallo a centrocampo ai danni di Biglia. Dopo 4′ minuti di recupero Guida fischia la fine della contesa. I 3 punti regalano un sorriso a mister Gattuso. Il Milan aveva bisogno della vittoria, la classifica non sarà quella auspicata ad inizio stagione, ma il successo odierno regalerà una settimana tranquilla in vista della sfida contro la Lazio di domenica prossima. Il Cagliari, uscito con le ossa rotte dal doppio impegno contro la Juve e il Milan, si trova in una situazione di allarme con soli 4 punti di vantaggio sul terz’ultimo posto occupato dalla Spal. Domenica andrà in scena Crotone-Cagliari e affrontare uno scontro salvezza senza l’infortunato Sau e lo squalificato Barella non sarà semplice.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: