Milan, dichiarazioni al veleno di Bacca: “Non si vive solo di storia”

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui

calciomercato milan

Dopo una serie di mesi deludenti il Milan sembrerebbe aver trovato un pò di respiro, grazie alla vittoria in Coppa Italia contro l’Inter e anche all’ultimo trionfo in campionato con la rete di Leonardo Bonucci. Due notizie che in parte hanno aiutato l’ambiente ad essere un pò più sereno.

Tuttavia Gattuso continua a mettere in guardia la sua squadra in vista dei prossimi impegni, con un girone di ritorno dove il Milan non può certamente permettersi di ripetere gli stessi errori degli ultimi mesi. Nonostante il clima che sembra leggermente più sereno, ancora qualcuno sembrerebbe non aver spento la sua vena critica nei confronti dei rossoneri.

Tra questi spicca certamente un grade ex, ovvero Bacca, che in un’intervista rilasciata all’edizione colombiana di “Marca” ha parlato della squadra di Gattuso“Stanno cercando una soluzione, però io in 2 anni non l’ho mai trovata. Dicevano che l’allenatore era un problema e l’han cambiato, poi il problema erano i giocatori, e alcuni di alto livello hanno tradito. Di storia non si vive. Lo dimostra il Real Madrid per esempio. Il Milan da molti non è tra le migliori, ci andai per la storia che aveva alle spalle ma ci sono state molte sorprese”.

Parole al veleno da parte di Bacca, che si aspettava un Milan diverso già dai suoi inizi in rossonero, che sono stati conditi comunque con moltissimi gol, spesso decisivi. L’attaccante successivamente si è concentrato sul suo momento attuale al Villareal, affermando di trovarsi molto bene: “Qui ho più spazio e qualità. In Italia il calcio è più tattico e rigido, devi fare sempre gli stessi movimenti in allenamento e in partita. Qui l’allenatore mi chiede di giocare come io vedo la partita: mi posso muovere a sinistra, a destra, all’indietro. E mi sento molto importante nella squadra”.

  •   
  •  
  •  
  •