Juventus, Allegri: “Il 2-2 deprime l’ambiente? Vi servono dottori molto bravi”

Pubblicato il autore: Gabriele Segui

TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

La partita d’andata degli ottavi di finale di Champions League tra Juventus e Tottenham è terminata con un inaspettato pareggio (2-2). Perchè inaspettato? Per come si era messa la partita la Juventus sembrava che dovesse vincere facile ieri sera contro gli Spurs; infatti dopo soli 10′ di gioco, i bianconeri già conducevano per 2-0 grazie ad una doppietta di Gonzalo Higuain. La squadra di Allegri non si è fermata, ha continuato ad attaccare in cerca del colpo del k.o., il quale però è stato fallito tante, troppe volte. L’occasione più clamorosa la Juventus l’ha avuta allo scadere del primo tempo, quando Gonzalo Higuain avrebbe potuto chiudere il match grazie al penalty assegnato ai bianconeri dall’arbitro Brych, ma el Pipita ha calciato la palla sulla traversa.

potrebbe interessarti ancheJuventus, l’uomo in più è Mandzukic: centrocampista e bomber

Il Tottenham, che già aveva accorciato le distanze con Kane, non è stato certo a guardare e con il passare dei minuti ha preso semre più campo, prendendo in mano il pallino del gioco e costringendo la squadra di casa a giocare di ripartenza. Al 71′ minuto, poi, il gol beffa siglato da Eriksen su un calcio di punizione battuto dal limite dell’area di rigore; un gol d’astuzia (la palla è stata calciata sotto la barriera), sul quale però non sono mancate le responsbilità di Buffon. Ora la Juve, dopo questo deludente risultato che soddisfa solo il Tottenham, sarà chiamata ad un miracolo a Wembley, ma nulla è impossibile.

Al termine della partita Allegri ha cercato di spegnere sul nascere le polemiche sul secondo gol subito: “Barriera piazzata male da Buffon? Non è questo il problema. Abbiamo giocato bene, avuto anche l’occasione del 3-0, poi abbiamo smesso di giocare, dispiace non aver vinto, ma andiamo a Londra per vincere. Ci siamo abbassati molto nel primo tempo, nella ripresa invece con Mandzukic e Douglas Costa più vicini a Higuain ci siamo coperti meglio. Questa è l’unica cosa della gara che potevamo fare meglio”.

potrebbe interessarti ancheJuventus-Inter 1-0 (Video Gol Highlights): Mandzukic stende i nerazzurri, palo di Gagliardini

Poi sulla forza del Tottenham ha detto: “Poi il calcio è strano, a volte ti dà a volte ti toglie. Sorpreso da questo Tottenham? No, non mi ha sorpreso, sono una squadra molto fisica e molto tecnica. Noi abbiamo avuto un buon impatto e loro nel primo tempo non hanno creato tanto. Hanno fatto gol su una palla persa in uscita dove loro sono formidabili”.

Successivamente contro chi in confrenza stampa gli faceva notare il bicchiere mezzo vuoto, Allegri è sbottato: Il 2-2 deprime l’ambiente? No, questo non l’accetto. Credo che si sia persa un po’ di obiettività. Come vi ho già detto, a qualcuno serve un dottore bravo, ma non ce ne vuole uno, ce ne vogliono parecchi, ma molto bravi. Io credo che i ragazzi stiano facendo una grandissima stagione, ma da qui a pensare che i ragazzi vincano un ottavo di finale 3-0 ce ne passa. E questa cosa mi fa girare le scatole, perché non si ha l’idea della dimensione delle altre squadre. L’obiettivo primario è il campionato: non è poco e non è facile. Poi cercheremo di andare avanti in Champions. La Juventus non è mai stata favorita in questo ottavo di finale. A Londra sarà una finale. Avevamo e abbiamo il 50 per cento di possibilità di passare”

notizie sul temaMoviola Juventus-Inter: Irrati sufficiente, Var quasi assente. Proteste per manata di Cristiano Ronaldo a Skriniar (VIDEO)Juventus-Inter streaming e diretta tv, dove vedere la partita oggi dalle 20.30Serie A 15. giornata. La presentazione dei match di campionato
  •   
  •  
  •  
  •